GESTIONE & MARKETING

23 settembre 2013

Finiture metalliche: Europolveri, operativi i nuovi laboratori

E’ diventata operativa, in tutta la sua funzionalità la nuova area Laboratori e R&D del produttore di vernici in polvere Europolveri

Europolveri, vanta un’esperienza più che cinquantennale nel settore della chimica e dei trattamenti ed è operativa nel settore del serramento come fornitore di prodotti tra cui vernici a polvere anche ad effetto legno.

La capacità di interpretare ed anticipare il mercato, determinazione nell’investire in ricerca e tecnologia hanno consentito ad Europolveri di conquistare prima e mantenere poi un ruolo di primo piano nel panorama della produzione di vernici in polvere e recentemente ha presentato la nuova serie “ArchitecturalLignum”. Si tratta di una innovativa linea di vernici in polvere in grado di ricreare il calore delle essenze lignee su manufatti metallici. Ora ha intrapreso un importante investimento riguardo la propria struttura di Ricerca e di Laboratorio.

La nuova area Laboratori e R&D è stata realizzata all’interno dello stabilimento Europolveri di Sandrigo (VI) in una posizione che potremmo definire altamente strategica, si trova infatti posizionata  tra area direzionale-commerciale e comparto produttivo; una locazione che ben si identifica con il ruolo nevralgico che il reparto svolge elaborando  gli input direzionali e di mercato e controllando tutti gli step di evoluzione del prodotto e le successive fasi di produzione definitiva.

Si tratta di un modernissimo contesto che si sviluppa su due piani con una superficie complessiva di 870 mq. Al piano terra si trovano 300 mq destinati al Laboratorio mentre al primo piano, parzialmente a sbalzo sull’area sottostante, 200 mq sono destinati alla sezione R&D e 370 mq sono distribuiti tra uffici e servizi.

La nuova area Laboratori ed R&D è stata progettata, strutturata e realizzata all’insegna della razionalità e della massima funzionalità non trascurando però il fattore estetico-formale e ricercando soluzioni comfortevoli ed ambienti di massima vivibilità. Il progetto è stato formulato secondo un lay out che tenesse in considerazione le esigenze di collegamento e comunicazione tra i due reparti ed al tempo stesso tra questi ed il resto del contesto aziendale  

I nuovi reparti sono corredati delle più moderne macchine ed apparecchiature di controllo e test e di una aggiornata e sofisticata strumentazione finalizzata alla ricerca. L’organico complessivo impegnato nei due reparti è costituito da 22 persone distribuite  tra controllo qualità, preparazione ed elaborazione prototipi, ricerca e direzione.
Le risorse umane che operano all’interno del nuovo contesto Laboratorio e R&D sono costituite da laureati in chimica, periti chimici, analisti e tecnici di elevata professionalità ed esperienza. Il lavoro nei nuovi ambienti è articolato in team e prevede interscambio e una stretta collaborazione fra i vari reparti.

In termini di input il reparto R&D opera in stretta connessione con la direzione da cui recepisce esigenze e trend del mercato in termini di prodotto e tecniche d’applicazione, in particolare gli obbiettivi di ricerca ed i progetti a medio/lungo termine vengono discussi e pianificati periodicamente con la direzione commerciale, come previsto dalla norma ISO. Il lavoro del reparto R&D  è ad ampio spettro ed è finalizzato alla ricerca di nuove formulazioni, di soluzioni e miglioramenti in termini di applicazione ed in particolare al miglioramento prestazionale dei prodotti.

Definito il progetto con la direzione commerciale il reparto R&D procede con la verifica di fattibilità e quindi alla ricerca delle materie prime ed all’analisi del loro impatto sul ciclo produttivo; l’iter prevede poi la formulazione per raggiungere le performances richieste (capitolati) e prosegue con la produzione di prototipi per concludersi con l’attuazione di test industriali.
Il reparto R&D collabora con la produzione sotto il profilo analitico per la soluzione delle problematiche qualitative e coordina e segue la fase di industrializzazione dei nuovi prodotti.
Il Laboratorio lavora in stretta collaborazione con il reparto R&D, collabora con la produzione per quanto concerne il controllo qualità e con il reparto commerciale per lo sviluppo di prototipi (campioni).

Al Laboratorio sono demandate le funzioni di controllo di qualità prodotto finito e materie prime, di sviluppo prototipi, di manutenzione del gestionale per quanto riguarda le formulazioni di prodotto, la codifica e dati di qualità; inoltre dà il supporto tecnico interno al reparto commerciale e collabora con la produzione dal punto di vista analitico per la soluzione dei problemi qualitativi, segue l’industrializzazione dei progetti e controlla il processo in tutte le sue fasi, emette procedure operative, controlla le materie prime in entrata e valida l’inserimento di quelle nuove su indicazione della direzione tecnica.

“Più volte è stato detto - sottolinea l’azienda - che innovazione e ricerca sono componenti base del DNA di Europolveri anche questo nuovo passo avanti è un’evidente ed ulteriore testimonianza dell’intraprendenza di un’azienda che vuole crederci e sa costantemente guardare più in là”.

Ulteriore conferma di tale spirito aziendale sta nel fatto che l’azienda vicentina è in fase di preparazione per la certificazione ambientale ISO 14001 e sta valutando per i futuro la possibile introduzione di materie prime “Bio-Based” per migliorare l’impatto ambientale dei prodotti inseriti sul mercato (miglioramento dell’LCA - Life Cycle Analysis).

PhotoGallery

×