NORMATIVE – FISCO E LEGGI

18 gennaio 2017

Efficienza energetica in Lombardia. Aggiornata la legislazione.Trasmittanze termiche più severe

Proteste dei settori del serramento metallico per voce di Unicmi e dei falegnami



La Regione Lombardia ha provveduto a rivedere la corposa legislazione regionale in materia di efficienza energetica con il decreto n. 176 del 12 gennaio a cura della Direzione generale Ambiente, Energia e sviluppo sostenibile.

Il decreto firmato dal dirigente Armando De Crinito sostituisce le disposizioni precedenti n.6480/2015 e n.  224/2016 ed è corredato da un ricco corpo di otto allegati:
A. Definizioni

B. Descrizione dell’edificio di riferimento e parametri di verifica

C. Relazione tecnica

D. Attestato di prestazione energetica

E. Targa energetica

F. Titoli di studio del Soggetto certificatore

G. Annunci commerciali

H. Metodologia di calcolo.

La nuova normativa lombarda tiene conto, così si dichiara nel preambolo del decreto, di quanto emerso nel primo periodo di applicazione, delle FAQ del Ministero dello Sviluppo economico (vedi news) e dell’evoluzione delle norme UNI/TS 11300.

Il fatto che interessa di più gli operatori del modo del serramento e della filiera è la conferma nero su bianco che i coefficienti di trasmittanza termica dei serramenti diventano più severi sia per le riqualificazioni degli edifici che per le nuove costruzioni e che riportiamo nelle tabelle qui sopra tratte dall’Allegato B del decreto.

Ma il decreto contiene altri aspetti che interessano il settore dei serramenti e delle chiusure tecniche come la relazione tecnica e il calcolo del fattore g_gl+sh obbligatorio dal 1° ottobre 2015.

La pubblicazione del decreto ha già suscitato la reazione di Unicmi che dichiara di volersi opporre al dettato regionale (vedi news) e dei falegnami che si vedono impedite certe essenze come il rovere e il castagno (vedi news).

In allegato il decreto e gli allegati

 

PhotoGallery

×