NORMATIVE – FISCO E LEGGI

19 luglio 2017

Toscana e immobili pubblici: in arrivo bando per l’efficientamento

Entro la fine di luglio la Regione Toscana pubblicherà un bando per progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici. Sono comprese le sostituzioni di serramenti e infissi.



La Regione Toscana sta predisponendo un bando per progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici finanziato grazie a fondi comunitari (8 milioni di euro).

Gli interventi che potranno usufruire dei finanziamenti riguarderanno l'isolamento termico di strutture orizzontali e verticali, la sostituzione di serramenti e infissi, la sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza, la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, i sistemi intelligenti di automazione e controllo per l'illuminazione e la climatizzazione interna, sistemi di climatizzazione passiva, impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento.

Ciascun intervento, il cui eventuale contributo sarà concesso “sotto forma di contributo in conto capitale nella misura massima dell'80% delle spese ammissibili”, dovrà essere fondato sulla base delle risultanze di una diagnosi energetica (eseguita ai sensi dell'Allegato 2 al Dlgs. 102/2014) e, come viene specificato, "in conformità alle norme tecniche UNI CEI EN 16247", cioè la serie di norme elaborata dal CTI (Comitato Termotecnico Italiano) che specifica proprio i requisiti di una efficace attività di diagnosi.

Ricordiamo che la norma UNI CEI EN 16247 è stata pubblicata da UNI in 4 parti. La norma UNI CEI EN 16247-1 definisce i requisiti, la metodologia comune e i prodotti delle diagnosi energetiche. Si applica a tutte le forme di aziende ed organizzazioni, a tutte le forme di energia e di utilizzo della stessa, con l'esclusione delle singole unità immobiliari residenziali. Definisce i requisiti generali comuni a tutte le diagnosi energetiche.

La norma UNI CEI EN 16247-2 è applicabile alle diagnosi energetiche specifiche per gli edifici. Essa definisce i requisiti, la metodologia e la reportistica di una diagnosi energetica relativa a un edificio o a un gruppo di edifici, escludendo le singole residenze private.

La norma UNI CEI EN 16247-3 definisce i requisiti, la metodologia e la reportistica di una diagnosi energetica nell’ambito di un processo, relativamente a: a) organizzare e condurre una diagnosi energetica; b) analizzare i dati ottenuti con la diagnosi energetica; c) riportare e documentare i risultati della diagnosi energetica. La norma si applica ai luoghi in cui l’uso di energia è dovuto al processo.

La norma UNI CEI EN 16247-4, infine, determina i requisiti, la metodologia e la reportistica specifici per le diagnosi energetiche nel settore dei trasporti.