Attualità

Due nuovi prodotti da Saint-Gobain Glass

I partner Saint-Gobain Glass a Roma per l’annuale convention. Occasione per festeggiare 130 anni del marchio in Italia, 30 anni della Logli Massimo e presentare due nuovi interessanti prodotti

Mercoledì 29 e giovedì 30 maggio l’azienda Saint-Gobain Glass ha incontrato un centinaio di partner a Roma per la consueta convention annuale ma quest’anno erano presenti tutti insieme: i Climalit Partner così come i Design Partner e i Residential Partner per festeggiare l’anniversario dei 130 di Saint-Gobain in Italia (nello stabilimento di Pisa). Perfetta è stata l’occasione per celebrare anche il 30° compleanno dell’azienda Logli Massimo produttrice di accessori per prodotti in vetro (balaustre, parapetti, docce, pareti divisorie, …) recentemente acquisita dal gruppo francese Saint-Gobain e con la quale si è creata un’importante sinergia.

L’incontro

Spazio alle presentazioni, al libero confronto, ai festeggiamenti e alla visita ai Musei Vaticani il primo giorno, mentre ieri ci si è concentrati sulla storia di Saint-Gobain ma anche sul racconto dei successi, dei risultati raggiunti, delle difficoltà, dei progetti per il futuro. I saluti iniziali sono spettati al direttore generale Saint-Gobain Glass Italia Fabio Damonte che ha parlato di lieve crescita nel settore delle costruzioni. “Il settore del rinnovo traina il comparto edile, il nuovo fa ancora fatica ma finalmente ha un segno +. Con una situazione del genere, non potendo crescere in quantità, è necessario puntare sulla qualità, e non solo di prodotto ma anche di servizio”. Damonte  ha altresì presentato l’attuale CEO dell’Area Mediterranea Jean-Luc Gardaz, che ha dichiarato: “Siamo convinti che sia necessario mantenere traccia del nostro importante passato ma non possiamo vivere solo di quello. È fondamentale continuare a guardare avanti, innovare, investire e crescere. È importante anche ammettere eventuali debolezze e intervenire per garantire sempre il massimo ai nostri clienti. Stiamo infatti rivedendo il portafoglio delle nostre attività con l’intenzione di eliminare le divisioni più fiacche a favore di quelle più produttive”.

I Musei Vaticani non sono stati scelti a caso ma perché oltre ad essere il secondo museo più grande e ricco d’Europa rappresentano anche una delle referenze più esclusive e pregevoli di Saint-Gobain che da qualche tempo ha stretto con loro un accordo per la sostituzione di alcune delle teche del museo con prodotti di altissima qualità garantita SGG (Saint-Gobain Glass), antiriflesso e sicuri in caso di rottura.

Durante la convention di ieri si è data voce ai feedback dei partner (raccolti nei mersi scorsi dagli agenti sul territorio) e l’azienda ha avuto modo di raccontare i progetti recentemente portati a termine e quelli ancora in cantiere. Grande attenzione del pubblico durante la presentazione dei due nuovi prodotti che saranno disponibili sul mercato da settembre: Miralite Pure (specchio con vernice a base acqua senza piombo aggiunto) e Planitherm Infinity il vetro bassoemissivo per vetrate isolanti doppie e triple con un fattore solare pari a g=0,38; un’altissima trasmissione luminosa (TL=0,72); un grado di selettività vicino all’1,9 e un valore Ug da 1,0. Prodotto perfetto per tutti i mesi dell’anno, Planitherm Infinity, dichiara l’azienda, è un upgrade del già molto performante 4S+ e rappresenta una nuova stagione per il vetro!

La convention si è chiusa con una sorpresa inaspettata: il comico Enrico Bertolino che con ironia e sagacia oltre a divertire il pubblico ha fatto riflettere sulla figura del cliente, su quanto sia cambiato negli ultimi anni e su quanto sia importante sapersi distinguere per farsi scegliere.

 

 

production mode