Economia

Edilizia negli USA. Continua la spinta positiva

Continua il trend positivo del settore della ristrutturazione mentre a luglio aumentano i permessi di costruzione, anche se non mancano le battute d’arresto

Nella sua newsletter di agosto sul mercato statunitense il consulente marketing Donato Grosser dedica qualche nota rincuorante al settore delle costruzioni che continua a crescere anche se a volte con sussulti.

Il settore delle ristrutturazioni continua ad andar bene. Infatti secondo l’indicatore del futuro andamento del mercato dei rifacimenti del Joint Center for Housing Studies della Harvard University, questo settore continuerà ad espandersi al ritmo del 6% fino alla metà del 2018. Quali le ragioni della crescita? Stanno soprattutto nell’aumento dei valori immobiliari che incoraggiano i proprietari ad investire nelle abitazioni.

L’altra notizia positiva è che a luglio i permessi di costruzione rilasciati nel mese di luglio sono cresciuti, rispetto al luglio 2016, del 4,1% raggiungendo un volume annuale di 1.223.000 unità.

Battuta d’arresto invece per gli Housing Starts (ovvero le nuove abitazioni messe in opera) hanno fatto registrare un declino del 5,6% rispetto al mese di luglio 2016 scendendo a un volume annuale di 1.155.000 unità. Secondo il Census Bureau il maggior numero di Housing Starts è stato registrato nella regione Sud degli Stati Uniti (532.000), seguita dalla regione ovest (315.000), Midwest (179.000) e Nordest (129.000). In giugno la regione Sud aveva fatto registrare 529mila unità, l’ovest 320mila unità, il Midwest 211mila unità e il nordest 153mila unità.

Nonostante questa frenata, il trend dell'edilizia residenziale risulta globalmente in ascesa come mostrano le linee di tendenza dei permessi a costruire, degli inizi di costruzione e dei completamenti delle costruzioni.

Per ulteriori informazioni sul mercato statunitense: grosserconsulting@gmail.com e www.grosserconsulting.com