Attualità

Sodalitas Social Award: Saint-Gobain premiata

“Gy.Eco”, il progetto di economia circolare realizzato da Saint-Gobain, ha vinto il premio speciale “Aziende quotate” del Sodalitas Social Award 2017, il riconoscimento promosso da Fondazione Sodalitas, l’organizzazione italiana di riferimento sulla sostenibilità d’impresa a cui aderiscono più di cento aziende leader di mercato.

A Saint-Gobain è andato il Premio Sodalitas Social Award 2017, promosso da Fondazione Sodalitas, l’organizzazione italiana di riferimento sulla sostenibilità d’impresa, che, giunto alla 15ˆ edizione, ha contribuito negli anni a diffondere la cultura della sostenibilità d’impresa in Italia e a far crescere la comunità di aziende per cui la sostenibilità rappresenta un riferimento strategico fondamentale.

Saint-Gobain, col suo progetto Gy.Eco, ha affrontato e risolto il problema degli scarti a base gesso, provenienti dal mondo delle costruzioni e demolizioni, attraverso la messa a punto di un innovativo sistema dedicato alla loro gestione e recupero.

Gy.Eco, infatti, propone una soluzione ecosostenibile per lo smaltimento di questo tipo di rifiuti: l’utilizzo di un sistema “mobile” di trattamento e recupero. Il sistema proposto garantisce il recupero del 95% del materiale di scarto attraverso la produzione di una nuova materia prima, certificata, equivalente al gesso naturale. Il Sodalitas Social Award 2017 è stato assegnato alle iniziative più efficaci nel contribuire alle sfide al centro dei Sustainable Development Goals (SDGs) delle Nazioni Unite.

Aziende quotate

In particolare, il premio “Aziende quotate” è andato alla migliore iniziativa realizzata da un’azienda quotata per rilevanza dell’impegno e della sua efficacia nel prevenire un futuro sostenibile. I premi sono stati consegnati oggi nel corso dell’incontro “Responsabilità e leadership per un futuro sostenibile”, tenutosi presso l’Auditorium di Assolombarda a Milano. Nell'immagine Margherita Nicoletti, Direttore per la Responsabilità Sociale d’Impresa per la Delegazione Generale Mediterranea di Saint-Gobain e Patrizia Borroni, Direttore Comunicazione Esterna per la Delegazione Generale Mediterranea di Saint-Gobain ritirano il premio.

“Il Gruppo Saint-Gobain con il massimo sforzo – ha dichiarato Gianni Scotti, Presidente ed Amministratore Delegato della Delegazione Mediterranea – è impegnato su scala globale nello sviluppo di tecnologie produttive e di prodotti sempre più avanzati in termini di riduzione dell’impatto ambientale con l’impegno quotidiano di 3.500 ricercatori. In particolare Saint-Gobain in Italia è già best in class in due programmi specifici di economia circolare, riconosciuti e finanziati dai fondi Life dell’Unione Europea”.

Da ultimo, è importante sottolineare la menzione nella categoria alleanza “lavoro, pari opportunità e diritti umani” per il progetto sviluppato da Saint-Gobain con il carcere di Torino attraverso percorsi di formazione edile rivolti ai detenuti più meritevoli.

Più in particolare, il progetto “Liberare le competenze ed arrestare gli sprechi” grazie a Saint-Gobain ha offerto la formazione teorica e pratica a ben 36 detenuti per coibentare le pareti perimetrali della palazzina degli uffici del carcere. Gli stessi dipendenti di Saint-Gobain hanno svolto le formazioni all’interno della struttura carceraria, preparando i detenuti ad un futuro reinserimento professionale nella società e, allo stesso tempo, aiutandoli a ristrutturare la palazzina destinata alla custodia delle detenute madri con i propri figli (progetto “Liberi Bimbi”).