Attualità

CAM Edilizia al centro di PVC Academy

La terza edizione dell’Accademia formativa di PVC Forum riparte dai CAM-Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia

Gli ancora poco conosciuti CAM edilizia cioè i Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia, oggetto di ben due Decreti Ministeriali, obbligatori per il mondo degli appalti pubblici, sono notoriamente poco applicati.

Che cosa sono i CAM per l’edilizia

I Criteri Ambientali Minimi (CAM) sono i requisiti ambientali definiti per i cosiddetti Acquisti verdi ovvero per i processi di acquisto, che individuano la soluzione progettuale, il prodotto o il servizio migliore sotto il profilo ambientale lungo il ciclo di vita, tenuto conto della disponibilità di mercato.
I Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia sono stati approvati con il DM 11 ottobre 2017, pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 259 del 6 novembre 2017 con il titolo “Affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici”.

I CAM sono stati introdotti con l’art. 18 della L. 221/2015 e quindi dall’art. 34 recante “Criteri di sostenibilità energetica e ambientale” del D.lgs. 50/2016 “Codice degli appalti” modificato dal D.lgs 56/2017, che ne hanno reso obbligatoria l’applicazione da parte di tutte le stazioni appaltanti.

Quanto sono applicati i CAM

Poco meno di un anno fa scrivevamo a chiare lettere che “I CAM non vengono applicati” riportando i dati di un’indagine realizzata dall’Associazione Comuni Virtuosi e presentata alla Camera dei Deputati.
Il risultato generale è pessimo. Per l’edilizia della PA è un vero e proprio disastro.
Solo 6 bandi su 140 analizzati applicano i CAM per l’edilizia ovvero solo il 4,2% per l’edilizia. Da notare che l’indagine è stata realizzata solo sui membri dell’Associazione Comuni Virtuosi. Chissà gli altri Comuni, quelli non virtuosi,vien da dire….

PVC Academy riparte con i CAM

Comprensibilmente di fronte a tale stato di cose, il PVC Forum per la terza edizione della PVC Academy riparte lancia in resta proprio sui CAM per l’edilizia. Primo dei cinque incontri pianificati per quest’anno sarà il corso “CAM edilizia, la risposta dei manufatti in PVC”, organizzato il 27 febbraio nella tradizionale location del Novotel Milano Linate in collaborazione con l’ente di certificazione Abicert e con l’IPPR (Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo). Il primo incontro dell’anno è finalizzato ad approfondire gli aggiornamenti sui CAM, la figura dell’eco progettista e l’etichetta ambientale “Plastica Seconda Vita”, analizzando il ruolo dei diversi manufatti in PVC nel garantire questi criteri.

La PVC Academy è un ciclo di corsi monomaterici rivolti ad aziende produttrici di materia prima e manufatti, progettisti, tecnici e stampa specializzata.
L’iniziativa nasce dall’obiettivo di dare risposte concrete e puntuali alle esigenze di mercato per permettere alle realtà operanti nel mondo del PVC, a partire dalle aziende associate, di essere adeguatamente aggiornate e formate.
La terza edizione della PVC Academy si ripresenta con un programma ancora più ricco dei precedenti: 5 corsi su tematiche di interesse che vanno dagli aspetti ambientali e di riciclo con relativo posizionamento del PVC, all’analisi del mercato di riferimento passando per la progettazione di componenti e manufatti in PVC dal punto di vista dell’isolamento acustico e per l’appunto dei CAM.
La PVC Academy proseguirà il 16 aprile con il secondo corso dedicato al mercato italiano del PVC con focus sui diversi settori applicativi del polimero.

Per informazioni, registrazione gratuita e obbligatoria: info@pvcforum.it

a cura di Ennio Braicovich