Prodotti

Deschanet con Super Spacer punta l’automazione per PMI

Dallo scaricamento delle lastre di vetro consegnate, al taglio, allo stoccaggio in un magazzino intermedio fino al trasporto di circa 100 pezzi di vetro diversi nelle linee per i doppi e i tripli vetri, oggi presso Deschanet l’intero processo di produzione è completamente automatizzato.

Le linee per vetro isolante Deschanet con Super Spacer crea linee per vetro isolante con focu sulla produzione. La carenza di personale specializzato è un problema che interessa anche l’industria del vetro francese. L’automazione rappresenta uno strumento importante per contrastare lo sviluppo demografico. Ma un tale passo risulta vantaggioso anche per un’impresa familiare di piccole o medie dimensioni? Il produttore di vetro isolante SA Michel Deschanet dimostra che con coraggio, flessibilità e innovazione è possibile restare competitivi in un mercato difficile.

Pascale Roche-Deschanet non si è mai pentita di aver investito nel 2012 in una linea automatica per la produzione di triplo vetro isolante con distanziatori Super Spacer. Oggi, al tempo del coronavirus, la soddisfazione è ancora maggiore. La sua produzione automatizzata consente di rispettare più facilmente le distanze di sicurezza e compensare senza troppa difficoltà i tempi di inattività dovuti a malattia.

“Grazie all’automazione continua siamo in grado di tutelare al meglio i nostri collaboratori, reagire in modo flessibile alle richieste dei clienti e garantire una consegna nei tempi previsti”, afferma Roche-Deschanet.

L’automazione garantisce competitività

La figlia del fondatore dell’azienda SA Michel Deschanet dirige la produzione di vetro isolante nella cittadina francese di Augny insieme al marito Didier Roche. Nel 2019 hanno investito nuovamente un importo milionario per realizzare una seconda fase di automazione. La tendenza verso il vetro laminato e il numero elevato di varianti di lastre di vetro da avere di scorta li hanno costretti a razionalizzare il magazzinaggio.

“Essendo un’impresa a conduzione familiare dobbiamo essere sempre flessibili e innovativi, per restare competitivi. Pertanto nel 2018 abbiamo sviluppato un concetto di automazione delle fasi di produzione a monte,” spiega Roche.

Dallo scaricamento delle lastre di vetro consegnate, al taglio, allo stoccaggio in un magazzino intermedio fino al trasporto di circa 100 pezzi di vetro diversi nelle linee per i doppi e i tripli vetri, oggi presso Deschanet l’intero processo di produzione è completamente automatizzato. Il vetrocamera viene prodotto in modo flessibile con varie strutture e combinazioni di vetro Float e vetro stratificato. Già solo il taglio automatizzato ha consentito un aumento dei volumi pari al 40 %.

Deschanet con Super Spacer si è orientata molto presto sui tripli vetri con a bordo caldo

Oltre all’efficienza della produzione, l’investimento nella prima linea di Super Spacer nel 2012 è stato fatto soprattutto per motivi di qualità.

“Noi di Deschanet eravamo certi che i tripli vetri energeticamente efficienti ci avrebbero garantito un vantaggio sulla concorrenza,” afferma Roche.

Effettivamente all’epoca nei paesi dell’Europa settentrionale e anche in Germania gran parte delle nuove finestre avevano i tripli vetri. In Francia, tuttavia, erano ancora molto diffusi i doppi vetri. Il tempo ha poi dato ragione a Deschanet con Super Spacer. Oggi il 40 % dei pannelli di vetro isolante prodotto in azienda sono in triplo vetro, prevalentemente con Super Spacer T-Spacer Premium Plus come distanziatori a bordo caldo.

“Per progetti con facciate e vetrate strutturali impegnative, la nostra produzione ci garantisce i massimi livelli di qualità ed efficienza,” spiega Roche. “La nostra è stata la prima azienda francese a lavorare in modo automatizzato il Super Spacer. Così siamo riusciti a ridurre il processo produttivo essenzialmente nelle seguenti fasi: applicazione dei distanziatori, composizione delle lastre di vetro, aggiunta di gas, pressatura e applicazione della sigillatura secondaria.”

La precisione con cui è possibile applicare i distanziatori rappresenta in particolare un fattore di qualità che i clienti apprezzano, evidente nell’estetica delle finestre installate e in particolare nel composto perimetrale lavorato con cura. Una tolleranza di poche decine di millimetri non è raggiungibile con la lavorazione manuale neanche in lastre da 2.500 x 3.500 mm.

Vetratura efficiente per serre e serre tropicali

Deschanet con Super Spacer
Il primo progetto di Deschanet con Super Spacer: la serra tropicale presso lo Zoo de Vincennes

Secondo una stima ad oggi sono stati consegnati 900.000 m2 di vetri con i distanziatori Super Spacer. Il primo grande incarico con i bordi caldi flessibili è stato un progetto faro in Francia: 6.000 m2 di doppio vetro isolante curvato a freddo altamente performante per una nuova serra tropicale dello Zoo de Vincennes a Parigi. L’impressionante cupola di vetro di 4.800 m2, lunga 100 metri, larga 40 metri e alta 16 metri, ricrea al suo interno su una superficie di 3.000 m2 i paesaggi della Guyana e del Madagascar in un clima tropicale umido. I pannelli di vetro sono estremamente trasparenti, al fine di ricreare le condizioni di sviluppo ideali per le piante, mentre i doppi vetri uniti alla ventilazione naturale consentono di raggiungere obiettivi ambiziosi di efficienza energetica. Naturalmente la climatizzazione costante di una cupola di vetro di tali dimensioni per garantire una temperatura di 20°C a 25°C, con un’umidità relativa del 75 % rappresenta una sfida dal punto di vista energetico. L’interno viene umidificato regolarmente con un sistema di ugelli, sorprendendo talvolta i visitatori con una doccia imprevista. I pannelli da 1,5 x 0,75 m sono stati integrati nella struttura in loco con una curvatura di 4° a 5°. Ai fini dell’autorizzazione ATeX sono stati effettuati preliminarmente calcoli statistici e prove, ad es. di invecchiamento accelerato.

Tutti i prodotti Deschanet presentano la certificazione CEKAL. L’orientamento verso vetri isolanti energeticamente efficienti con straordinarie prestazioni termiche di Deschanet rappresenta un importante fattore distintivo per i clienti che desiderano una certificazione HQE (Haute Qualité Environmentale), la qualifica BBC (Bâtiment Basse Consommation) o un certificato ai sensi di una delle altre norme internazionali vigenti.

Per i doppi vetri curvati a freddo sono serviti 15.000 m2 di vetro

Migliori e più veloci con l’automazione!

“Deschanet con Super Spacer rappresenta un caso esemplare di come l’automazione consenta di aumentare le capacità produttive e, al contempo, di produrre vetro isolante di ottima qualità in modo significativamente più veloce e redditizio,” afferma Fabrice Keller, Area Manager per la Francia presso Edgetech Europe GmbH. “In tale ambito l’integrazione senza intoppi dei robot di applicazione per i Super Spacer è un aspetto essenziale. Grazie alla sofisticata logistica dei componenti, la linea è in grado di lavorare senza interruzioni indipendentemente dal formato della finestra o dalla struttura del vetro.”

Il requisito della velocità era presente anche per il secondo progetto di una serra, che i Deschanet hanno realizzato nel 2017. Il costruttore di facciate Mtechbuild aveva vinto una gara per costruire cinque serre a cupola. Mtechbuild ha fornito la struttura in acciaio, Deschanet con Super Spacer ha prodotto in due mesi e mezzo 15.000 m2 di vetro temprato per i doppi vetri, curvati a freddo in loco.

“Il progetto rappresentava una sfida molto particolare, comprendente cinque cupole di vetro, una delle quali più grande di quella del palazzo del Reichstag di Berlino, prodotte in 6 mesi, trasportate via nave in Vietnam e poi montate”, racconta Franck Champaign, dirigente di Mtechbuild.

Le serre sono una parte centrale del “World’s Garden” nel parco divertimenti Vin Pearl a Nha Trang e ciascuna rappresenta una zona climatica diversa. Quella più grande ha un diametro di 52 m e ospita i cactus, le altre hanno un diametro di 36 m. La climatizzazione avviene principalmente mediante ventilazione naturale e frangisole in tessuto, con il supporto dei doppi vetri con distanziatori a bordo caldo energeticamente efficienti. La struttura della semisfera di vetro somiglia a un’arancia, con sezioni che si riducono gradatamente dal basso verso l’alto e ha costituito una sfida particolare per Deschanet con Super Spacer: al fine di seguire in modo esatto la forma della cupola, oltre ai vetri di base nel formato 1,60 x 1 m, sono stati realizzati dei vetri triangolari e trapezoidali per un accostamento preciso. L’intera struttura di vetro Deschanet con Super Spacer, una sigillatura secondaria in silicone e uno speciale rivestimento del vetro temprabile è stata testata preliminarmente in termini di idoneità alla curvatura a freddo, al fine di garantire la tenuta del composto perimetrale anche sotto tensione.

Vetri rettangolari, triangolari e trapezoidali formano la curvatura degli “spicchi d’arancia”.

Edgetech Europe GmbH

I sistemi di distanziatori flessibili in silicone espanso Super Spacer di Edgetech Europe fungono da bordo caldo efficiente sotto il profilo energetico nelle finestre in vetro isolante. Essi riducono sensibilmente la perdita di calore verso l’esterno, praticamente impediscono la formazione di condensa e contribuiscono ad allungare la vita della finestra. In tutto il mondo sono venduti, in media, più di 300 milioni di metri all’anno in oltre 90 paesi.

Edgetech Europe GmbH con sede a Heinsberg appartiene al 100 % a Quanex Building Products Corporation. Quanex è un produttore leader nel settore dei componenti venduti a Original Equipment Manufacturer (OEM) (produttori di apparecchiature originali) nell’industria dei prodotti edili. Quanex progetta e produce prodotti per finestrature a risparmio energetico, oltre a componenti per cucine e mobili da bagno con sede a Houston, Texas. Su base fatturato, Edgetech/Quanex è il principale produttore di distanziatori del mondo. Edgetech Europe GmbH serve i mercati dell’Europa continentale ed è una delle tre sedi di produzione di Edgetech con 480 collaboratori e 17 estrusori.

production mode