Normativa

Formazione per i progettisti: un Corso sul serramento nell’involucro edilizio

Lo organizza a Bergamo l’8 aprile Ascof, associazione per la formazione professionale. Relatore l'ing. Giovanni Tisi

“Il mondo dell’edilizia sta cambiando in maniera velocissima per tecnologie applicate, leggi e regolamenti. I cambiamenti stanno investendo naturalmente anche l’involucro edilizio e i serramenti. C’è però un palese ritardo nelle conoscenze di questi cambiamenti da parte del mondo della progettazione. Ad esempio, uno solo fra i tanti possibili: molti progettisti non sanno che è loro dovere calcolare i ponti termici delle connessioni tra serramenti e opera edile. Di fronte al crescere delle complessità tecnologiche e normative e di fronte all’emergere di vecchie e nuove responsabilità abbiamo sentito il dovere di proporre al mondo della progettazione un Corso rapido di aggiornamento sul serramento nell’involucro edilizio”.

A parlare così è l’ing. Giovanni Tisi, esperto di serramenti e schermature oscuranti e solari, collaboratore di Nuova Finestra e socio Ascof, associazione per la formazione professionale per la formazione e la consulenza in ambito tecnico. Proprio Ascof organizza l’8 aprile a Bergamo il Corso di 4 ore e mezza dal titolo “Il serramento nell’involucro edilizio: il quadro normativo” gestito per l'appunto dall'ing. Tisi.

L’obiettivo è fornire ai partecipanti un chiaro e completo quadro normativo, aggiornato alle ultime modifiche, per la scelta consapevole del sistema di chiusura trasparente dell’involucro edilizio e dei relativi elementi accessori.

Il programma parte dalla Marcatura CE dei serramenti e dei sistemi oscuranti per poi passare al Decreto Requisiti minimi (che sta avendo un enorme impatto anche sul mondo del serramento) ai criteri di scelta dell’infisso secondo UNI 11173:2015 fino alle responsabilità nella posa in opera dei serramenti secondo UNI 10818:2015.

Concluderà il Corso un’esercitazione che partirà dall’analisi dei DoP ovvero delle Dichiarazioni di prestazione di vari sistemi per giungere a un confronto con le richieste progettuali. Si eseguirà quindi la verifica di correttezza e completezza e la rispondenza alle normative. L’esercitazione si concluderà con la verifica della applicazione dei limiti di estendibilità delle prestazioni previsti dalla normativa.

Il Corso che si tiene dalle 14 alle 18.30 dell’8 aprile presso la Sala Conferenze LIA, via delle Canopine 46, Bergamo, è approvato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri con il riconoscimento di 4 crediti formativi. Costo di iscrizione: 40 euro. Per ulteriori informazioni: info@ascof.it