Economia

Mercato delle finestre in Francia nel 2020 e le prospettive

Prime per quantità le finestre in pvc, prime per valore le finestre in alluminio, secondo lo studio di consulenza TBC Innovations che mette in rilievo l’aumento dei profili colorati sia per l'alluminio che per il pvc

Un articolo sul mercato delle finestre in Francia non poteva che partire dalla notizia della settimana per il mondo delle costruzioni d’Oltralpe: proprio due giorni fa il primo ministro Jean Castex ha annunciato il varo di un grande piano per la costruzione di alloggi. In Francia mancherebbero due milioni di abitazioni! Alla presentazione di Castex giocoforza  “rubiamo” l’immagine di copertina che gioca su quattro parole chiave: Francia, Rilancio, Investire, Avvenire. E veniamo al mercato delle finestre nella nazione vicina.

Lo studio di consulenza TBC Innovations, specializzato in ricerche di mercato in edilizia e nella serramentistica, ha pubblicato di recente una nuova Ricerca sul mercato delle finestre in Francia.

Grazie a uno studio quantitativo condotto nel periodo gennaio-febbraio 2021 con la collaborazione di 400 operatori, TBC ha analizzato le vendite di finestre nell’anno 2020. Lo studio fornisce i dati chiave per il mercato delle finestre in Francia: tra cui in particolare il volume di finestre installate, la ripartizione per materiale, prestazioni termiche, tipo di finitura, ecc.

I consulenti TBC hanno analizzato anche gli sviluppi futuri degli edifici e il loro impatto sul mercato, proponendo, quindi, scenari di sviluppo del mercato fino al 2024.

La metodologia dello studio TBC Innovations ha previsto 400 interviste che si sono concentrate sull’attività del 2020. Tra gli operatori intervistati vi sono:

-250 società di installazione e fornitura-installazione: falegnami, falegnami e montatori indipendenti, partner di reti di PVC e/o alluminio, rivenditori e agenzie, società partner di reti di produttori industriali o gruppi di acquisto;

-100 distributori: commercio di materiali, grandi distributori generalisti, grandi distributori di serramenti e reti specializzate;

-50 attori della progettazione di nuovi edifici: costruttori di case unifamiliari e sviluppatori.

2020, un anno caotico per il mercato delle finestre in Francia

Evoluzione del mercato delle finestre in Francia
Evoluzione del mercato delle finestre in Francia

 

TBC Innovations stima un mercato delle finestre in calo del 5% in volume nel 2020 rispetto al 2019. Una valutazione decisamente migliorativa rispetto alle previsioni di una decrescita del 12,3%  formulata da tre associazioni di rilievo (vedi news) in ottobre.

In ogni caso TBC Innovations valuta che il numero di finestre installate nel 2020 è sceso sotto la barra dei 10 milioni di unità.

Nel 2020, la crisi sanitaria e i confini hanno rallentato l’attività di nuove costruzioni e ristrutturazioni. Le aziende interrogate,hanno confermato che il primo blocco a marzo 2020 ha avuto un forte impatto sulla loro attività per quasi 4 settimane. Testimoniano che da giugno a luglio l’attività ha ripreso fino a diventare particolarmente forte nell’ultimo trimestre del 2020. Questo slancio nella seconda metà dell’anno ha parzialmente compensato il forte calo dell’attività di contenimento di marzo.

Nuove costruzioni tra crisi sanitaria e l’incertezza per il futuro

Dall’inizio del 2018, si sta assistendo al calo delle aperture dei cantieri nelle attività di nuova costruzione. Nel 2020 l’installazione di nuove finestre è diminuita di quasi il 9%, a causa della crisi sanitaria, dei successivi blocchi e di varie restrizioni all’apertura dei cantieri. Il rallentamento nelle costruzioni di abitazioni ha un forte impatto sul mercato delle finestre nel segmento del nuovo.

Per gli anni 2021-2022 la situazione è molto incerta. Nel 2020 sono state avviate in Francia 357.000 unità abitative. Si tratta di un calo dell’8% rispetto al 2019. Vi sono 30 300 progetti di edifici residenziali che dovevano partire lo scorso anno ma no sono mai decollati. Ciò avrà senza dubbio un impatto sulle finestre destinate alle nuove costruzioni.

Dopo il lockdown, dinamismo nella ristrutturazione

Se nel 2020 l’attività di sostituzione dei serramenti è stata in calo, essa tuttavia va ancora bene rispetto al mercato del nuovo.

Gli operatori intervistati hanno confermato che la loro attività di ristrutturazione è stata fortemente influenzata dal blocco dei cantieri, dalla chiusura degli showroom e dallo stop alle visite commerciali durante il primo lockdown.

Tuttavia, testimoniano il dinamismo della domanda negli ultimi due trimestri del 2020. Sottolineano l’entusiasmo delle persone per il miglioramento del proprio ambiente abitativo. Una conseguenza dei successivi confinamenti e dell’accelerazione del telelavoro.

Il contesto è anche relativamente favorevole al rinnovo di finestre e porte finestre, grazie al sostegno dell’aliquota IVA ridotta al 5,5% (che in Francia impera da più di due decenni!) e del volume ancora elevato di transazioni del parco immobiliare esistente. Nonostante la battuta d’arresto in primavera a causa del primo lockdown le vendite immobiliari alla fine di ottobre 2020 erano di nuovo superiori a un milione di transazioni annuali (fonte: database notarili).

Queste transazioni immobiliari danno spesso origine a lavori di riqualificazione. La sostituzione delle finestre è uno di questi. La ristrutturazione rimane, quindi, il principale sbocco per il mercato delle finestre in Francia.

Cautela e incertezza per il futuro

Prospettive nel rinnovo delle finestre nel 2021
Prospettive nel rinnovo delle finestre nel 2021

Ai 400 operatori è stato anche chiesto quale fosse la loro percezione dell’andamento della loro attività di sostituzione dei serramenti nel 2021. Dopo le difficoltà del 2020, i professionisti sono molto più ottimisti rispetto agli anni precedenti quando guardano alle prospettive del 2021.

– Il 54% degli intervistati prevede una crescita del lavoro nel rinnovo delle finestre

– Il 34% prevede stabilità

– L’11% prevede attività in calo nella ristrutturazione.

Il PVC e l’alluminio condividono il mercato delle finestre

In termini di volume di finestre installate, il PVC rimane il materiale leader sul mercato delle finestre nel 2020. L’alluminio sta consolidando le sue posizioni e si sta affermando come il secondo materiale per volumi. Tuttavia, in termini di valore, le finestre in alluminio hanno la leadership.

L’attrazione dei colori

Finestre colorate in Francia
Evoluzione del colore nel mercato delle finestre in Francia

La tendenza è ancora verso i profili colorati per le finestre. Gli operatori intervistati da TBC Innovations hanno osservato ancora una volta un aumento delle finestre colorate, sia in alluminio che in PVC.

Il 42% delle finestre in alluminio e PVC installate nel 2020 non sono bianche. Se il bianco rimane la scelta più diffusa nel PVC e anche nell’alluminio, la quota di mercato delle finestre completamente bianche sta diminuendo progressivamente, come mostra il grafico, a favore delle finestre colorate.

a cura di Ennio Braicovich

production mode