Economia

Costi in azienda: 7 consigli per ridurli

Vladimiro Barocco: è essenziale mantenere il controllo sui costi fissi e variabili per massimizzare il flusso di cassa e i profitti dell’azienda

La recente dichiarazione di Mario Draghi, presidente del Consiglio dei ministri: “Dal debito pubblico si esce con la crescita” mi ricorda la frase “Con i soli tagli (risparmi) non si fanno profitti” che ero solito dare in risposta agli imprenditori troppo attenti al taglio delle spese.

Tuttavia, è importante mantenere il controllo sui costi fissi e variabili per massimizzare il flusso di cassa e i profitti della tua azienda. C’è una varietà di tattiche che gli imprenditori possono impiegare per contenere le spese e prepararsi ai costi imprevisti che emergono nel corso dell’anno. Ecco alcuni suggerimenti per controllare meglio le spese.

1. Fai un piano  u

Devi valutare dove si trova ora la tua attività e dove vuoi portarla in futuro. Una programmazione ben concepita è importante per prevedere correttamente le spese e pronosticare gli imprevisti. Ad esempio, se il piano vendite prevede per il nuovo anno l’allargamento del mercato aziendale a una nuova regione o l’apertura di un nuovo show room, vanno indicate le relative spese.

2. Tieni traccia dei costi con la dovuta diligenza

Devi capire i tuoi costi storici, prima di pianificare il futuro, con un’ordinata raccolta dei dati. Il monitoraggio dei costi, con relativa analisi, non deve essere casuale ma fare parte integrante delle operazioni..

3. Confronta i tuoi risultati rispetto al tuo settore

Stabilisci metriche specifiche per la tua attività, paragonabili a quelle utilizzate da altre aziende del tuo settore. Se dal confronto vedi che stai spendendo di più in determinate categorie, indaga sul perché e intraprendi le azioni appropriate per ridurre tali costi allo standard del settore.

4. Gestisci i costi variabili

Analizza le passate spese variabili della tua azienda e calcola quale percentuale delle vendite rappresentano. Le percentuali storiche forniscono sia un buon indicatore dei potenziali costi futuri sia un punto di riferimento da utilizzare per mantenere tali costi in linea con l’attività di vendita.

5. Sii ostinato con i costi fissi

Le persone tendono a essere indulgenti con i costi fissi perché in genere sono ricorrenti e spesso riflettono relazioni di lunga data con i fornitori. Invece si dovrebbe testare periodicamente il mercato per vedere se si può ottenere un accordo migliore con i fornitori concorrenti.

In questo modo si invia anche il messaggio che l’azienda tiene sempre d’occhio i suoi costi.

6. Investi in tecnologia

Esplora nuove tecnologie che possono aiutare la tua azienda a migliorare l’efficienza, aumentare la produttività e ridurre i costi. Ad esempio, molte aziende ora utilizzano sistemi di cloud computing anziché hardware interno che può essere relativamente costoso da acquistare e mantenere efficiente.

7. Offri incentivi al personale

Rendi le persone responsabili dei costi e stabilisci ricompense adeguate per i dipendenti che trovano il modo di ridurre le spese. Questo aiuta a creare una cultura dello zero spreco nella tua azienda. Motiva i collaboratori, incaricati di attuare iniziative di riduzione delle spese, a rimanere concentrati ed essere creativi.

Vladimiro Barocco, StudioCentro Marketing

Per altri interventi dell’esperto di marketing e di gestione clicca qui

a cura di EB

production mode