Economia

Finco propone misure ampliamento codici Ateco ammessi

Lettera di Finco al capo del Governo, Ministri e Commissione Colao sulla necessità della ripartenza di attività produttive finora escluse

Finco, per voce della sua presidente Carla Tomasi, fa sentire la propria posizione a supporto delle attività produttive non ammesse alla ripartenza e scrive al capo del Governo, ministri Patuanelli, Di Maio e De Micheli e alla Commissione Colao. Lo aveva già fatto domenica di Pasqua (vedi news) in appoggio alla richiesta di Unicmi di ammettere le produzioni di infissi in alluminio e in acciaio, incomprensibilmente escluse (mentre erano ammesse quelle di serramenti in pvc e legno). La Federazione delle Imprese per le Costruzioni chieste sostanzialmente di ammettere alcune attività finora escluse dalla miniripartenza.

“Sottolineiamo – scrive Tomasi – la necessità di rendere ammissibili, accanto alle attività già permesse, quanto meno quelle di cui alle seguenti voci. I Codici sono stati contenuti in massimo grado, tenuto conto da un lato della tipologia delle PMI che svolgono tali attività — diffuse in tutto il territorio nazionale ma spesso in prevalenza in zone dove è più facile il distanziamento sociale (vedi ad esempio l’industria delle tende e delle schermature solari nel Mezzogiorno di cui al Codice Ateco 13.92.10; o quella delle cerniere e serramenti Codice Ateco 25.99.99, anche sulla base di quanto contenuto nel recentissimo Studio Istat in materia *) — dall’altra, delle notevolissime richieste pervenute dalle Associazioni federate”.

Le attività di cui Finco richiede la riapertura sono le seguenti, precedute dal codice Ateco:

13.92.10 – Fabbricazione manufatti per l’arredamento: tende, balze, mantovane
13.92.2 – Fabbricazione di articoli in materie tessili n.c.a.
23.99 – Fabbricazione di altri prodotti in minerali non metalliferi n.c.a.
24.20 – Fabbricazione di tubi, condotti, profilati cavi e relativi accessori in acciaio (esclusi quelli in acciaio colato). In particolare 24.20.10 “Fabbricazione di tubi e condotti senza saldatura e 24.20.20 “Fabbricazione di tubi e condotti saldati e simili” –
24.33.02 – Profilatura mediante formatura o piegatura a freddo

25.1- Fabbricazione di elementi da costruzione in metallo.  In particolare per il codice 25.12.10 “Fabbricazione di porte, finestre e loro telai, imposte e cancelli metallici” e per il 25.12.20 “Fabbricazione di strutture metalliche per tende da sole, tende alla veneziana e simili” ¬
25.5 – Fucinatura, imbutitura, stampaggio e profilatura dei metalli; metallurgia delle polveri
25.61.00 -Trattamento e rivestimento dei metalli (in particolare trattamento anticorrosivo consistente nell’applicazione di uno strato di zinco fuso su manufatti in acciaio)
25.72 – Fabbricazione di serrature e cerniere.
25.99.99 – Fabbricazione di altri articoli metallici e minuteria metallica nca.

27.90.02- Fabbricazione di insegne elettriche e apparecchiature elettriche di segnalazione.
28.29.92 – Fabbricazione di macchine per la pulizia per uso non domestico
28.41.0 – Fabbricazione di macchine utensili per la formatura dei metalli (incluse parti e accessori ed escluse le parti intercambiabili) –  32.91.00 – Fabbricazione di scope e spazzole
43.99.02 – Noleggio di gru ed altre attrezzature con operatore per la costruzione o la demolizione

46.44.30 – Commercio all’ingrosso di saponi, detersivi e altri prodotti per la pulizia
46.73.2 – Commercio all’ingrosso di materiali da costruzione – Prodotti per il drenaggio delle acque meteoriche
68.32.00 — Amministrazione di Condomini e gestione di beni immobili per conto terzi
77.32.00 – Noleggio di macchine e attrezzature per lavori edili e di genio civile.

Ovviamente la ripartenza dovrà avvenire, evidenzia la presidente di Finco, con il massimo rispetto della sicurezza delle persone.

a cura di EB

production mode