Economia

Mercato dei serramenti in Germania. Un buon 2020: + 3,5%

Secondo le associazioni del settore serramenti e vetri il mercato delle finestre è cresciuto nel 2020 del 3.5%. E crescerà leggermente anche quest’anno. Aumenti contenuti per le porte di ingresso.

Nonostante la pandemia, nel 2020 il mercato dei serramenti in Germania è cresciuto. E crescerà leggermente anche quest’anno. Lo attesta una ricerca realizzata dallo studio Heinze GmbH in collaborazione con le principali associazioni del settore: Verband Fenster + Fassade (produttori di serramenti e facciate), Bundesverband Flachglas (vetrai), Fachverband Schloss- und Beschlagindustrie (accessoristi) e pro-K Industrieverband Halbzeuge und Konsumprodukte aus Kunststoff (semilavorati in plastica).

Le finestre in Germania

Nel 2020 il mercato delle finestre è cresciuto del 3.5% rispetto all’anno precedente, più di quanto si fosse stimato lo scorso autunno (vedi news) e molto di più di quanto temuto a metà anno (vedi news). Nel settore della ristrutturazione i progressi sono stati del 4,1%. Qui si sono fatti sentire gli effetti degli incentivi statali. Meno bene è andata nell’edilizia non residenziale nuova.

Quest’anno le vendite di finestre nell’edilizia residenziale aumenteranno del 2.2% passando a 10,2 milioni di unità finestra. Tuttavia, nell’edilizia non residenziale si assisterà a una flessione del 4.4% con vendite pari a 5.1 milioni di unità. In totale, quest’anno il mercato tedesco delle finestre “varrà” 15,3 milioni di finestre con vendite pressoché invariate rispetto al 2020.

La ricerca stima che quest’anno si assisterà a una crescita dell’1% dei volumi di finestre destinate alle ristrutturazioni e a un decremento dell’1,6% per quelle destinate alle nuove costruzioni, un settore che sta subendo una battuta d’arresto.

Le previsioni si spingono fino al 2022, anno in cui il mercato delle finestre crescerà a 15,6 milioni di unità, corroborato da aumenti dell’edilizia residenziale (+2,5%) e dell’edilizia non residenziale (+0,6%).

Quanto alle quote dei materiali non vi sono particolari novità: le finestre in pvc, prodotto molto richiesto sia nelle ristrutturazioni che nell’edilizia residenziale, si attestano al 58% del mercato. Le finestre in metallo si ritagliano il 18%, quelle in legno il 15% e quelle in legno-alluminio il 9%.

Le porte di ingresso in Germania

Le vendite di porte esterne nel 2021, afferma lo studio, saranno circa 1,53 milioni di unità. Nel 202 erano state poco meno: 1,52 milioni. Il che riflette la minore crescita nella costruzione di case unifamiliari e bifamiliari. Nel 2022, le nuove costruzioni residenziali dovrebbero aumentare del 2,6% e le costruzioni non residenziali di un modesto 0,8%.

Sostanzialmente costanti le quote di mercato dei vari materiali per telaio: le porte in alluminio conquistano il 32,2% del mercato, quelle in plastica il 32,9%. Le porte in legno saranno il 25,5% del totale.

Il mercato dei serramenti

Il settore dei serramenti, secondo uno studio del VFF del 2016, comprende circa 6.400 aziende produttrici di finestre con circa 100.500 dipendenti. Le società generano un fatturato globale di circa 10,9 miliardi di euro all’anno. Inoltre, sono numerose le aziende delle filiera a monte e a valle: circa 58.000 aziende con 300.000 dipendenti generando un fatturato totale di circa 34 miliardi di euro all’anno.

a cura di Ennio Braicovich

production mode