Economia

Il Superbonus nelle parole di Ruffini, direttore AdE

Sotto la lente della Commissione Parlamentare di Vigilanza sull’anagrafe tributaria le disposizioni attuative

Il Superbonus 110% è passato al vaglio della Commissione Parlamentare di Vigilanza sull’anagrafe tributaria che ha audito in merito l’avv. Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate. Ruffini ha raccontato ai parlamentari il nuovo quadro normativo che emerge dai due articoli 119 e 121 del Decreto Rilancio, oramai legge dello Stato, e le principali novità in essi contenuti. Non vi sono novità clamorose nell’intervento di Ruffini piuttosto una accurata ricapitolazione della nuova legge e delle modalità di cessione del credito in essa contenute, che pescano oramai in qualche anno di storia.

Ernesto Maria Ruffini

Oltre metà dell’intervento del direttore dell’Agenzia è stata dedicata alle modalità di fruizione dell’agevolazione alternative alla detrazione fiscale, ovvero lo sconto in fattura e la cessione del credito. Ruffini ha anticipato che l’imminente provvedimento applicativo delle Entrate disciplinerà le modalità e i termini per la comunicazione dell’opzione all’AdE, il contenuto del modello di comunicazione e i termini e le modalità per l’utilizzo del credito di imposta in compensazione tramite modello F24 e per l’eventuale successiva cessione del credito, mediante la piattaforma disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

In merito alla responsabilità dei fornitori e dei soggetti cessionari Ruffini ha specificato tranquillizzante che “i fornitori e i soggetti cessionari rispondono solo per l’eventuale utilizzo del credito d’imposta in modo irregolare o in misura maggiore rispetto allo sconto praticato o al credito d’imposta ricevuto”.

Infine, ha specificato che tra le iniziative varate per favorire il più possibile l’applicazione del provvedimento l’Agenzia pubblicherà, probabilmente oggi, una guida a carattere divulgativo pensata per il grande pubblico. Quindi creerà una pagina internet dedicata sul proprio sito nella quale saranno raccolti le norme di riferimento ed i documenti di prassi progressivamente emanati per metterli a disposizione dei contribuenti. Infine, prevista dalla legge, la tanto attesa circolare interpretativa degli articoli 119 e 121 del Decreto Rilancio che dovrebbe uscire verso il 28 o 29 luglio.

Qui sotto potete scaricare l’intero intervento del direttore dell’Agenzia delle Entrate

a cura di Ennio Braicovich

Documenti Allegati

Audizione Direttore Ruffini DL Rilancio Commissione vigilanza

production mode