Economia

Cessione del credito Poste Italiane per Ecobonus: una superofferta

Un’offerta decisamente interessante per gli interventi da Superbonus, Ecobonus, Bonus Casa, Bonus facciate, Fotovoltaico….Reso pubblico il simulatore online

Poste Italiane arriva per ultima, tra le istituzioni finanziarie, sul mercato della cessione del credito ma l’offerta è decisamente interessante e provocherà probabilmente qualche sconquasso. Che sia decisamente interessante lo potrà cogliere direttamente il lettore dando un semplice sguardo alle due tabelle che racchiudono e sintetizzano brutalmente il credito di imposta ceduto anno per anno e il valore riconosciuto. Lo si coglie più precisamente dalla riga finale delle tabelle dove in rosso evidenziamo le condizioni per gli interventi di Superbonus 110% e di Ecobonus, Bonus Casa ecc sintetizzabili ulteriormente e rispettivamente nelle due cifre magiche che vanno molto di moda da settembre: 103/110 e 89.43/100.

La cessione del credito di Poste Italiane: i dettagli dell’offerta

L’offerta di Poste Italiane era stata preannunciata a fine settembre (clicca qui). Allora si parlava di un 103%, numero che è stato confermato ma meglio precisato ora in 103/110. Si tratta di una tra le migliori condizioni offerte attualmente sul mercato battuta solo da Fineco (leggi qui) che assicura il 105/110, ovviamente per gli interventi sotto Superbonus 110%, detraibili in 5 anni.
Ma l’offerta di Poste Italiane raggiunge la quotazione top 89.41/100 per gli interventi detraibili in 10 anni come Ecobonus, Bonus Casa, Bonus facciate, Installazione di impianti fotovoltaici e di colonne per auto elettriche, interventi per i quali è prevista la cessione del credito anche a banche e istituzioni finanziarie, come da articolo 121 del Decreto Rilancio. E con il suo 89.41/100 batte anche Fineco che offre un pur ottimo 85/100.

Da queste cifre traspare una politica di attenzione da parte di Poste Italiane verso la clientela retail, promotrice degli interventi più diffusi come Ecobonus (la sostituzione delle finestre) e Bonus Casa (ristrutturazioni edilizie) in maniera da trattenerla in maniera captiva. Infatti, per beneficiare di queste condizioni Poste Italiane richiede che si sia titolari di un Conto Corrente BancoPosta ed essere abilitati all’Internet Banking.

Sul sito ad hoc è ben precisato peraltro che la cessione dei crediti d’imposta a Poste Italiane consente di ottenere la liquidità in un’unica soluzione sul proprio Conto Corrente BancoPosta, senza però precisare quando. Per scoprire il valore della cessione dei propri crediti è stato messo online un pratico simulatore (clicca qui) che abbiamo utilizzato per costruire le due tabelle. In poche mosse, definendo anzitutto il tipo di bonus, inserendo quindi l’importo del credito d’imposta da cedere, il simulatore riporta le singole quote relative ad ogni anno fiscale di riferimento.
Per simulare l’importo complessivo del credito, si inseriscono le quote di tutti gli anni utilizzando “Aggiungi credito”. L’importo massimo di cessione annuo è pari a 5 milioni di euro per cliente. Provare per credere.

La superofferta di Poste Italiane per gli interventi di Ecobonus provocherà certamente qualche sconquasso nell’attuale panorama delle acquisizioni del credito dove le quotazioni stabilizzate da tempo sono oramai lontanissime dal molto appetibile 89.42/100.

a cura di Ennio Braicovich