Economia

Eco-Superbonus per le aziende di Confartigianato

Sabato 28 novembre grande attenzione per un webinar di grande spessore dedicato ai produttori, rivenditori e posatori di serramenti, organizzato da Confartigianato Sondrio e aperto a soci di tutta Italia

Eco-Superbonus. Due temi – Ecobonus e Superbonus – che si intersecano l’uno con l’altro, e di assoluta importanza per l’edilizia e la serramentistica. Sono stati oggetto di un appassionante webinar di Confartigianato svoltosi l’intera mattinata di sabato 28, per quasi quattro ore. Pensato inizialmente da Confartigianato Sondrio Legno l’evento si è man aperto ai soci di tutta Italia grazie all’appoggio di Confartigianato Carpenterie Metalliche e Serramentisti.

Il seminario Eco-Superbonus, che ha goduto dell’appoggio come media partner di Nuova Finestra, Showroom Porte & Finestre e Guidafinestra, ha voluto offrire ai partecipanti le risposte che tutti cercano dagli esperti di settore.

E in particolare le risposte alle domande sui nuovi requisiti, specie quelli richiesti dal Decreto ministeriale del 5 ottobre: quindi i requisiti tecnici come le trasmittanze termiche, quelli legali-amministrativi e fiscali per la fatturazione e l’attribuzione corretta dei costi. Senza dimenticare gli aspetti finanziari dell’Eco-Superbonus tra cessione del credito e sconto in fattura.

Eco-Superbonus, mondo complesso con tante opportunità

“L’Eco-Superbonus è un “mondo” complesso che si presenta con tanti vincoli ma anche con tante opportunità, – ha evidenziato Giovanni Battista Sarnico, presidente di Confartigianato Legno, aprendo i lavori. –A noi serramentisti il “110%” impone di allargare lo sguardo anche al mondo dell’involucro e ai suoi attori“.

Ruolo di Confartigianato è da un lato difendere le aziende artigiane ai tavoli ministeriali e di tentare di semplificare regole sempre più complesse e dall’altro accompagnare le aziende con iniziative di formazione come il webinar sull’ Eco-Superbonus e altri argomenti di rilievo per il settore come la normativa e la posa.

E quindi, via al seminario con l’intervento di Samuele Broglio, normatore e responsabile della normativa di Confartigianato, sulle nuove regole per le trasmittanze termiche secondo l’Allegato E del Decreto Requisiti Ecobonus. Un atto che viola in almeno un paio di punti il Regolamento Prodotti da costruzione, che è legge “anche” per l‘Italia. Non è stato tenero Broglio verso gli estensori dell’Allegato E.

E, poi, c’è pure il portale Ecobonus di Enea che non prevede l’estensione dimensionale dei valori di trasmittanza termica che è imposta dalla norma UNI EN 14351-1, “pure essa” legge europea, come ben si sa. La dichiarazione della trasmittanza finestra per finestra è obbligatoria, sempre secondo la EN 14351-1, solo nel caso delle dispersioni termiche di un edificio. Un tema non nuovo per Broglio che, e noi con lui, ha già intrecciato il fioretto con i tecnici di Enea a proposito dell’estensione dimensionale, in occasione del Serramentour di Roma.

E allora come fare per le dichiarazioni da trasmettere ad Enea? “Se l’ente pretende – sbagliando – la dichiarazione del valore della trasmittanza termica serramento per serramento, e allora si inputi, ovvimente per la zona climatica E, il valore 1,3 W/m2K se questo è stato determinato correttamente applicando il metodo dell’estensione dimensionale ex EN 14351-1. Metodo che è stato approvato dal Ministero dello Sviluppo economico e dallo stesso Enea“.

Tante regole per l’ Eco-Superbonus e quali prezzi

Delle tante regole urbanistico-amministrative per l’ Eco-Superbonus ha riferito il prof. ing. arch. Luca Rollino. Il consulente energetico si è concentrato in modo particolare sulla normativa per gli interventi in edilizia libera e sulla distinzione tra manutenzione straordinaria e ordinaria (ai fini del Bonus Casa per i serramenti). Molto interessante l’interpretazione di Rollino dell’indicazione di legge, ovvero ex Decreto Requisiti Ecobonus, sui prezzari regionali e DEI ai fini dell’asseverazione per il Superbonus.

Il riferimento è il passaggio 13.1 dell’Allegato A del Decreto dove si afferma che nel caso in cui i prezzari regionali o DEI “non riportino le voci relative agli interventi, o parte degli interventi da eseguire, il tecnico abilitato determina i nuovi prezzi per tali interventi in maniera analitica, secondo un procedimento che tenga conto di tutte le variabili che intervengono nella definizione dell’importo stesso”. Qualora l’asseveratore debba fissare il prezzo e il serramento abbia caratteristiche (ad esempio, è verniciato in un color rosso magenta particolare) non rinvenibili nei prezzari regionali o DEI, il tecnico abilitato può essere eseguire un’analisi di prezzo in merito ai fini dell’asseverazione.

Altro tema caldo è quello delle regole fiscali da rispettare per i lavori da Eco-Superbonus, tema affrontato con grande competenza dalla d.ssa Laura Vitali dell’omonimo studio valtellinese. con una relazione dal chiaro titolo “Fatturazione: errori da evitare, costi da considerare correttamente (in attesa di conferma)”. Tutto o quasi tutto (perché la normativa ha i suoi buchi e le sue interpretazioni, come ben sappiamo) sulle detrazioni fiscali per i vari interventi, su pagamenti, fatturazioni, asseverazioni, visto di conformità, cessione del credito e sconto in fattura. Argomenti intensi su cui torneremo presto.

Cessione del credito versione Banca Popolare di Sondrio

E in tema di cessione del credito non poteva mancare una banca che illustrasse come essa opera in occasione dei lavori da Eco-Superbonus. È la BPS-Banca Popolare di Sondrio, rappresentata dal dott. Luigi Carugo, “una banca che non pretende – testuale – che chi cede il credito diventi sua cliente, anche se se lo augura“. Clienti, professionisti e imprese possono cedere i crediti di imposta con o senza ricorrere a finanziamento bancario.

La cessione dei crediti da Superbonus e Sismabonus da parte di BPS avviene al tasso del 102/110 (ovvero 92,73%) mentre per ecobonus, bonus casa, bonus facciate avviene sulla base di 80/100. Per la gestione delle pratiche di richiesta di cessione / acquisto del credito di imposta BPS si avvale di apposita procedura informatica gestita dalla società di consulenza KPMG. Fatto da sottolineare, che interesserà molto chi esegue piccoli lavori, è che il taglio minimo dichiarato per singola operazione di acquisto credito è pari a 2.000 euro. Taglio minimo dei SAL (sconto in fattura) è invece pari a 15 000 euro.

Dietro la cessione del credito, il Superbonus e l’ecobonus vi sono oggi delle grandi opportunità. Tuttavia, ha avvertito il moderatore Ennio Braicovich, a causa della pandemia, del suo ritorno, e della crisi economica che essa ha scatenato vi sono due fatti che potrebbero avere delle ripercussioni molto pesanti sull’edilizia e sulla serramentistica. Il primo è il crollo del 20% delle transazioni immobiliari, dati Nomisma, che si registrerà a fine anno rispetto alle previsioni. Il secondo dato proviene dal Rapporto Cresme – Camera dei Deputati. Esso prevede per l’anno in corso un crollo del 17% delle domande e del 12% degli investimenti in lavori di riqualificazione energetica da ecobonus che scenderanno a 3 miliardi di euro dai 3,5 del 2019. Un quadro di crisi sistemica per l’edilizia e la serramentistica che richiederà la massima attenzione di Confartiginato e  delle Associazioni di settore.

Le conclusioni dell’evento sono spettate anzitutto a Barbara Ramaioli, neo presidente nazionale Confartigianato Carpenterie Metalliche e Serramentisti (vedi news) che nel suo mandato punterà molto sulla formazione: “Questa odierna è stata una prima e molto intensa esperienza formativa. Il webinar Eco-Superbonus cui abbiamo assistito è stato evento di grande spessore e ha fornito molte risposte. Preannuncio qui che altre iniziative formative seguiranno. Molti argomenti sono complessi e a tratti sono difficili per molte delle nostre aziende. Tuttavia anche se siamo piccoli, sappiamo che non siamo soli perché c’è Confartigianato che ci difende!”.

L’evento è stato chiuso  da Milena Pedrana, nella foto al centro, in basso, cui sono andati i complimenti di tutti. Attiva e caparbia presidente di Confartigianato Legno Arredamento di Sondrio, è l’ ideatrice assieme al funzionario dott. Pietro Della Ferrera, di questa iniziativa e di tanti altri eventi studiati per i serramentisti locali facendo di questa esperienza provinciale un fiore all’occhiello per tutta Confartigianato.

a cura di Ennio Braicovich

production mode