Economia

Finanziamenti per PMI e professionisti #Covid19

Potenziato ulteriormente il Fondo Centrale di Garanzia per le PMI. Copertura del prestito al 100%. Durata massima di 6 anni a favore di Pmi e piccoli professionisti, per un importo massimo di 25.000 euro

Quali i finanziamenti per PMI e professionisti predisposti dal pubblicando decreto legge del Governo? Si era anche parlato di finanziamenti fino a un massimo di 25 000 euro, di cui però si è persa traccia nella nota stampa diffusa da Palazzo Chigi. Il che ha suscitato qualche malumore. Per fortuna, dei 25 000 euro abbiamo trovato traccia nella nota del MEF-Ministero Economia e Finanza che così li presenta.

Il Governo ha disposto un ulteriore potenziamento del Fondo di Garanzia per le Pmi (vedi news precedente sul Fondo). Sono infatti ammessi al Fondo con copertura al 100%, e senza procedura di valutazione da parte del medesimo, i nuovi finanziamenti di durata massima di 6 anni a favore di Pmi e piccoli professionisti, per un importo massimo di 25.000 euro e comunque non superiore al 25% dei ricavi del beneficiario. Il rimborso del capitale non decorre prima di 18 mesi dall’erogazione del prestito.
Il Fondo può ora concedere garanzie a titolo gratuito fino a un importo massimo di 5 milioni di euro anche alle imprese con numero di dipendenti inferiore a 499. La garanzia del fondo stesso è pari al 90% dell’importo. Infine, per le imprese con ricavi fino a 3,2 milioni di euro, la garanzia concessa dal Fondo al 90% può essere cumulata con un’altra garanzia di un terzo soggetto, per ottenere prestiti con una garanzia del 100% su finanziamenti di importo massimo di 800.000 euro (e comunque non superiori al 25% dei ricavi del beneficiario).

Finanziamenti garantiti a quali soggetti?

Possono essere garantite le imprese di micro, piccole o medie dimensioni (PMI) iscritte al Registro delle Imprese e i professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti ad associazioni professionali iscritte all’apposito elenco del Ministero dello Sviluppo Economico.
L’impresa e il professionista devono essere valutati in grado di rimborsare il finanziamento garantito. Normalmente devono perciò essere considerati economicamente e finanziariamente sani sulla base di appositi modelli di valutazione che utilizzano i dati di bilancio (o delle dichiarazioni fiscali) degli ultimi due esercizi. Tuttavia, leggendo la nota del MEF, di fronte al contagio del Covid-19 decade ogni procedura di valutazione.

 

a cura di EB

production mode