Economia

L’industria delle costruzioni rallenta in Europa

Le previsioni di Euroconstruct e di ifo, istituto tedesco di ricerca economica e sociale

L’industria delle costruzioni in Europa crescerà fino al 2021, nonostante un rallentamento delle dinamiche. Mentre la produzione nel 2018 è cresciuta del 2,8%, l’aumento di quest’anno è probabilmente pari a solo il 2%. Per il 2021, l’ultima previsione della rete di ricerca Euroconstruct ipotizza un aumento dell’1,3 percento. “Le principali ragioni della ripresa dell’industria delle costruzioni viste dal 2014 comprendono una buona situazione economica, un contesto favorevole per i tassi di interesse e maggiori interventi da parte del settore pubblico”, spiega Ludwig Dorffmeister, esperto di ifo, autorevole istituto tedesco di ricerca economica e sociale e membro di Euroconstruct. e aggiunge: “Oltre a questi fattori, l’immigrazione e la crescente urbanizzazione in molti luoghi in Europa non richiedono solo un ampliamento dell’offerta abitativa locale, ma richiedono anche più infrastrutture di comunicazione”

Industria dlelle costruzioni in Europa
Evoluzione dell’industria delle costruzioni in alcune nazioni

Il rallentamento del ritmo di crescita è in parte dovuto al fatto che la produzione edilizia è aumentata di oltre il 12% tra il 2014 e il 2018. In otto dei 19 paesi dell’Eurocostruct, ad esempio, la produzione delle costruzioni dello scorso anno era chiaramente al di sopra del livello pre-crisi del 2007; e in alcuni casi era addirittura significativamente più alto. “In Germania, il volume delle costruzioni è aumentato di quasi il 9% dal 2014″, aggiunge Dorffmeister. Tuttavia, la Germania non è l’unico paese a vedere un marcato aumento del’industria delle costruzioni, che si è riflesso, tra le altre cose, in un aumento accelerato dei prezzi delle costruzioni.

Gli investimenti in strutture di ingegneria civile sono aumentati bruscamente nel 2018 e questa tendenza dovrebbe continuare nel 2019. Al contrario, l’edilizia residenziale e altre costruzioni edili stanno ora crescendo molto più moderatamente. Entro la fine del periodo di previsione, nel 2021, la dinamica sarà più debole nelle costruzioni residenziali, con una crescita di oltre mezzo punto percentuale. Per quanto riguarda le nuove costruzioni, queste ristagneranno al meglio a partire dal 2020.

L’ifo è membro fondatore di Euroconstruct, che comprende Istituti di 15 paesi dell’Europa occidentale e 4 dell’Europa orientale. L’Italia è rappresentata da Cresme.

(eb)

production mode