Economia

Cessione del credito Poste Italiane: come funziona? La guida di Poste Italiane

Presentato in un webinar da Confartigianato il prodotto offerto da Poste Italiane per la cessione del credito d’imposta. Illustrate passo dopo passo le mosse per attivare lo strumento finanziario.

La cessione del credito: come funziona? E come funziona lo strumento ideato da Poste Italiane per venire incontro a cittadini e piccole e medie imprese? Uno strumento che si distingue per semplicità operativa e per gli elevati tassi di retrocessione a contribuenti e imprese.

Lo strumento della cessione del credito è considerato da Confartigianato Imprese utile e fondamentale per rianimare l’economia del Paese, in modo particolare l’attività edilizia ripartita alla grande su tutto il territorio, come confermano i dati Enea di metà marzo, per mettere in sicurezza ed efficientare il patrimonio immobiliare. Ma per raggiungere questi obiettivi, il superbonus va prorogato fino al 2023 e in seguito reso strutturale e devono essere semplificate le modalità e velocizzate le procedure per utilizzarlo (clicca qui per il recentissimo parere del Parlamento in merito).

Con queste premesse Confartigianato Imprese ha organizzato un webinar per illustrare al Sistema Confederale il prodotto offerto da Poste Italiane per la cessione del credito d’imposta. Un prodotto tra i più interessanti e semplici da utilizzare. Che si punti molto sul prodotto di Poste Italiane è dimostrato dalla presenza al webinar del presidente di Confartigianato Marco Granelli che ha aperto i lavori sottolineando l’importanza di snellire e velocizzare le procedure per avviare i lavori. In questo senso, ha apprezzato l’attenzione e l’impegno dedicato da Poste Italiane, auspicando che possa contribuire a potenziare l’utilizzo dell’incentivo.

Anna Rita Giagheddu, responsabile Bancoposta Business e Pa di Poste Italiane, ha quindi illustrato il funzionamento della piattaforma poste.it per la cessione del credito d’imposta, gli strumenti da attivare, le procedure e i processi da mettere in campo, il tutto con simulazioni del processo di caricamento e gestione delle domande.

Il video del webinar è godibile a questo link. Chi volesse utilizzare il simulatore della cessione del credito di Poste può cliccare qui.

Ricordiamo che ultimamente Poste Italiane per le operazioni ecobonus ha proceduto ad abbassare leggermente le percentuali di retrocessione a utenti e operatori e ad abbassare il plafond per i privati a 250 mila euro (erano 500 mila). Ciò nondimeno, resta l’operatore probabilmente più attraente per tassi, per mancanza di limiti inferiori del credito di imposta da cedere, condizioni molto utili per le operazioni di ecobonus, e per l’ampio spettro di crediti cedibili.

a cura di Ennio Braicovich