Economia

Il Movimento 5 Stelle reagisce all’articolo del Corriere sul Rapporto Enea

Un comunicato del Movimento 5 Stelle parla di attacco al Superbonus e di fake news ma apre alla possibilità di eliminare eventuali criticità.

Il Movimento 5 Stelle ha reagito quasi subito all’articolo firmato da Federico Fubini, vicedirettore del Corriere della Sera che ha analizzato un Rapporto riservato di Enea sugli effetti del Superbonus. Il tono è leggermente sopra le righe parlando di fake news e di un attacco alla misura che ha contribuito fortemente alla ripresa del Paese. Fubini, riportando i dati del Rapporto, ne aveva così sintetizzato le conclusioni: minore efficienza energetica rispetto all’ecobonus 65% e bolla speculativa sui prezzi dei componenti edilizi. Per di più aveva accennato a possibili conseguenze europee visto che una parte dei 13,9 miliardi del Superbonus sono finanziati con i fondi del Recovery Fund. I nostri partner della UE non sarebbero molto contenti vedere sprecati i loro soldi. E aveva invitato a modificare il provvedimento per eliminarne i punti critici.

Il comunicato del Movimento 5 Stelle

Ecco il testo del comunicato del Movimento 5 Stelle che, ricordiamo, era stato il promotore del Superbonus:

“Apprendiamo da un articolo del Corriere della Sera di un report ‘riservato’ in cui si metterebbero in dubbio – senza peraltro riportare cifre e dettagli – i benefici del #Superbonus.

Faremo quanto in nostro potere per verificare l’esistenza di questo studio e la sua fondatezza, ma intanto i dati disponibili e pubblici raccontano un’altra storia: più imprese nate, più occupati, emersione del sommerso, rivalutazione del patrimonio edilizio, risparmi per le famiglie e benefici per l’ambiente. Un investimento che si ripaga anche in termini di entrate fiscali.

A chi giovano questi discutibili tentativi di attaccare una misura di politica economica che ha contribuito fortemente a far ripartire l’Italia?

Piuttosto è necessario dare subito certezze a cittadini e addetti ai lavori disciplinando i dettagli della proroga e la prosecuzione degli altri bonus edilizi: il Governo deve subito aprire un tavolo con il Parlamento e le categorie interessate e in quella sede analizzare e superare eventuali criticità“.

Il comunicato è apparso sulle pagine Facebook dei deputati Riccardo Fraccaro, Luca Sut e Patrizia Terzoni. 

Al di là della polemica politica, è evidente che il Movimento 5 Stelle si rende conto delle criticità ancora insite nel Superbonus. Apprezzabile anche l’invito al Governo a disciplinare il prima possibile la proroga del Superbonus dando certezze a tutti, cittadini e operatori e a prorogare gli altri bonus edilizi.

a cura di EB

production mode