Attualità

Posatori di serramenti. Il punto sulla qualifica

A che punto siamo con la qualifica dei posatori di serramenti? Il tema è notoriamente molto attuale nel mondo del serramento. All’improvviso è diventato attualissimo proprio oggi con la pubblicazione del decreto legislativo n. 48 che attua la direttiva 844. Esso con l’ articolo 7 lega gli incentivi statali, ovvero l’ecobonus, per gli interventi di qualificazione energetica ai risparmi di energia effettivamente “perseguiti o conseguiti” (sic!) e alla “adeguata competenza degli operatori che provvedono all’installazione degli elementi edilizi e dei sistemi tecnici per l’edilizia, considerando tra l’altro il livello di formazione professionale, conseguito anche attraverso corsi specialistici e certificazioni”.

Attualmente sono attivi diversi schemi di qualifica dei posatori intesi come figure professionali certificate da enti super partes. Tra di essi emerge quello secondo UNI 11673-2:2019, riconosciuto da tutte le associazioni del serramento, che trova espressione nella banca dati delle figure professionali di Accredia. Attualmente gli installatori qualificati di serramenti presenti in questa banca dati sono 729. Un risultato niente male tenendo conto che lo schema di certificazione è partito solo a metà dicembre ed è quindi molto giovane. Poi, dobbiamo considerare i due mesi di chiusura, causa Covid-19, degli esami per accedere alla qualifica e che hanno bloccato le certificazioni. Da metà maggio gli esami sono ripresi ma necessariamente da remoto.

Oggi come oggi sono cinque gli organismi accreditati da Accredia in grado di certificare la figura professionale dell’installatore/posatore di serramenti, ai sensi della norma Uni 11673-2: Certi.s, Dekra Testing and Certification, ICMQ, Intertek Italia e Istituto Giordano.

Sempre in tema di certificazione delle competenze dei posatori di serramenti non possiamo dimenticare gli oltre 200 posatori qualificati CasaClima e raccolti all’interno di un apposito Albo dell’Agenzia bolzanina

Secondo i nostri calcoli sono oltre 10 mila gli operatori ad aver seguito un corso di posa nel corso degli ultimi 10 anni e oltre 6 mila coloro che hanno seguito un corso di posa già in linea con la UNI 11673. Non sfugge il fatto che una condizione perché si attui il decreto del presidente della Repubblica che applica quanto previsto dall’articolo 7 è che i posatori certificati siano molti di più di quelli presenti.

a cura di Ennio Braicovich

production mode