Cessione del credito

La Ripartenza secondo Roberto Brovazzo, Schüco

Il bilancio di quasi due mesi di confinamento da Covid-19, le cose fatte, e le prospettive di recupero a partire dalla ripartenza del 4 maggio

Come sarà la ripartenza del mondo del serramento, e in particolare quella del serramento in alluminio? Sarà lenta, faticosa, molto inerziale oppure, se arrivassero degli aiuti fiscali adeguati, come quelli di cui si ventila in questi giorni, potrebbe essere sorprendente.
Nella video intervista il direttore generale di Schüco International Italia, ing. Roberto Brovazzo, traccia un primo bilancio del periodo di confinamento da Covid-19 così come vissuto dall’azienda e dal mondo dei serramenti in alluminio, accenna ai problemi critici del settore, alle possibilità che esso può esprimere e affronta i temi caldi del momento come la cessione del credito da ecobonus e del possibile sconto in fattura versione 2020.

L’anno 2020 era partito bene. Gennaio e febbraio, segnala Brovazzo, erano stati ottimi. Il giusto prosieguo dell’abbrivio degli ultimi anni. Nei 3 anni precedenti il fatturato era cresciuto del 30%. Nel 2019 la crescita era stata del 3% toccando quota 87-88 milioni di euro realizzati con 143 addetti più i 23 agenti. Bene anche l’EBITDA salito dell’8%.
In questo periodo di clausura il 95% dei serramentisti clienti ha dovuto chiudere officine e posa in opera. Certo, in questo periodo c’è stata pure qualche consegna di materiale per chi aveva tenuto aperto l’attività, ma di fatto Schüco International Italia ha fatto proseguire solo le attività di progettazione, del commerciale e di call center, ovviamente in smart working.

Nel colloquio il direttore generale di Schüco International Italia ci racconta dei retroscena della cancellazione della presenza al Bau 2021 che tanto clamore ha suscitato. Accanto ai nuovi metodi di comunicazione verranno sviluppate sul territorio, come tradizione, azioni di prossimità e di vicinanza ai produttori di serramenti. Brovazzo illustra anche i “nuovi” modi di comunicare con i serramentisti che sono stati sviluppati in questo periodo e le tante iniziative di formazione  messe in campo per utilizzare utilmente il periodo di fermo forzato.

Infine, affronta anche i temi caldi del credito di imposta dell’ecobonus e dello sconto in fattura, che potrebbero fornire un forte stimolo alla ripartenza del settore dell’edilizia e della serramentistica, se queste misure verranno finalizzate nella maniera corretta e alla portata di tutte le aziende, come auspicato nell’intervento di Pietro Gimelli, direttore generale di Unicmi, associazione di Schüco International Italia fa parte.

Ennio Braicovich