Economia

Showroom di serramenti: quale futuro per il post Covid-19?

La pandemia ha cambiato il comportamento dei clienti. La grande distribuzione specializzata è diventata più aggressiva. I punti vendita di porte e finestre dovranno cambiare se vogliono...

Il nuovo intervento del dott. Vladimiro Barocco si concentra sugli effetti di medio e lungo termine della pandemia sui consumatori finali e sugli showroom di serramenti. Con un’attenzione particolare alla “migrazione” verso la grande distribuzione specializzata. Ma nulla è perduto se ci si saprà concentrare su 5 punti essenziali. Per gli altri interventi dell’esperto di marketing dei serramenti clicca qui. (EB)


Quale futuro post Covid-19 per gli showroom di serramenti?

Non ho la risposta, ma sono certo che gli showroom di serramenti per rimanere di successo dovranno cambiare, come il COVD-19 ha modificato il comportamento dei clienti.

I dati di Google Trends, quelli che monitorano le ricerche in internet, indicano un forte aumento del “vicino a me”, cioè delle ricerche di tipo locale. Il cambiamento è partito dalle grandi città e preannuncia un’evoluzione in atto rappresentata dalla mappa mentale di Fig. 1.

Il lockdown ha consolidato nuove abitudini e chi risponde al telefono deve fare sentire il sorriso e rendere desiderata la visita allo showroom. L’evoluzione è legata anche alla ricerca di acquisti di valore in termini di qualità del prodotto, ma anche del livello dei servizi e dell’esperienza d’acquisto. Il cliente si è sorpreso per la qualità trovata nello showroom e nei collaboratori con i quali è venuto a contatto. È in atto anche un cambiamento strisciante della distribuzone. I brand principali aspirano ad essere “soli” all’interno dello showroom e lavorano per avvicinarsi al franchising; pensate al modello dei negozi di capi di abbigliamento quali: Intimissimi, Yamamay o Tezenis.

É in atto anche una migrazione del mercato verso la grande distribuzione – Bricoman, Leroy Merlin (vedi foto in alto), e altri – che ha ampliato e riserva maggiori cure allo spazio destinato a porte e finestre. Potete navigare online per conoscere meglio questa concorrenza, ma non mancate di visitare uno dei loro negozi per osservare quanto sono vostri concorrenti e cosa potete “adottare” per migliorare la vostra competitività.

Per assicurarsi il successo, diventa sempre più urgente fare queste scelte:

  • Scegliere una nicchia di mercato, all’interno della quale essere tra i migliori, o scegliere due, tre segmenti di mercato. In ogni caso evitate il “tutti clienti” perché in realtà non è una scelta.
  • Conoscere i clienti. Significa sapere costruire il profilo del cliente ideale per ogni segmento.
  • Costruite un migliore gruppo di vendita. Questo comporta il miglioramento della vostra capacità di attirare, selezionare e formare candidati di qualità.
  • Pianificate il vostro processo di vendita sul ciclo d’acquisto dei vostri clienti.
  • Sappiate “produrre” clienti e “coltivare” il passaparola che è il canale più potente per avere un flusso continuo e sufficiente di visitatori.

Queste scelte vi condurranno a lavorare per obiettivi e a impiegare gli strumenti digitali messi a disposizione da internet.

Vladimiro Barocco, StudioCentro Marketing

a cura di EB

production mode