Spese posa serramenti escluse dai massimali. FAQ Villarosa conferma

Nella nuova tornata di FAQ il sottosegretario del MEF conferma che “il massimale non comprende: IVA, prestazioni professionali e spese relative all’installazione e alla messa in opera delle tecnologie”.

La posa dei serramenti, o meglio le spese relative all’installazione e alla messa in opera delle tecnologie sono escluse dai massimali di costo esposti in Tabella 1 dell’Allegato I. Lo conferma autorevolmente il sottosegretario al Ministero dell’Economia e Finanze Alessio Villarosa con la risposta 4.16 contenuta all’interno di una seconda serie di FAQ dedicate al Superbonus. Anche noi, e probabilmente altri, avevamo posto la domanda relativa alle spese per la posa all’uscita della prima tornata di FAQ del sottosegretario pentastellato ai primi di ottobre. Ora la risposta del MEF c’è e vale.

Le FAQ appaiono un po’ irritualmente nella pagina Facebook di Villarosa accompagnate da un breve video di poco più di un minuto. La seconda tornata di FAQ amplia la prima di cui avevamo riferito qui . La risposta di Villarosa non fa che confermare i contenuti della risposta della segreteria del sottosegretario (ah, il bisticcio di parole ma ci sta per correttezza) a una esplicita domanda del direttore generale di Finco Angelo Artale (clicca qui). A sua volta autorevolmente ri-confermata a stretto giro di mail dalla segreteria del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Fraccaro (qui).

Ecco la FAQ 4.16 del MEF:
4.16. Le spese per l’installazione e la messa in opera dei serramenti sono incluse nel costo di cui all’allegato I al Decreto Requisiti?
Per gli interventi in cui l’asseverazione può essere sostituita da una dichiarazione del fornitore o dell’installatore, l’ammontare massimo delle detrazioni fiscali o della spesa massima ammissibile è calcolato sulla base dei massimali di costo fissati dal Mise con il Decreto Requisiti tecnici. Tali massimali possono essere utili anche in caso di ricostruzione analitica del costo di interventi in tutto o in parte non presenti nei prezzari locali.
A tal proposito l’allegato I al Decreto Requisiti prevede che:
“I costi esposti in tabella si considerano al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie”, con la conseguenza che per i lavori iniziati dopo il 6 ottobre (data di pubblicazione del decreto) bisogna tener conto che il massimale non comprende: IVA, prestazioni professionali e spese relative all’installazione e alla messa in opera delle tecnologie.
Si ricorda infine che l’allegato I non è che un’indicazione residuale, come specificato dal punto 13.1 dell’Allegato A del medesimo decreto.

a cura di Ennio Braicovich

production mode