Fiere e Formazione

Riciclaggio dei profili PVC con Veka e Finestra Italiana

Il tema del riciclaggio dei profili PVC,  insieme al contesto generale che protende sempre più verso la salvaguardia del pianeta, trova la sua spinta verso la sensibilizzazione grazie a Veka e Finestra Italiana. Quest’ultima, in occasione della SERR – Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti – ricorda perché è importante battersi per salvaguardare l’economia circolare.

VEKA, specializzata nella produzione di profili per serramenti in PVC, è molto attenta alla produzione e al corretto smaltimento dei profili, per questo dal 1993 si impegna nel processo di riciclaggio per garantire quanto più possibile un’economia circolare nel campo dei serramenti: nell’impianto di riciclaggio più grande e più moderno d’Europa, finestre, porte, avvolgibili e sezioni di profilo vengono completamente riciclati e quindi reimmessi nel ciclo di produzione dei profili senza perdita di qualità.

Questo impianto, che si trova in Germania, è stato ampliato nel 2008 portando la capacità annuale fino a 50.000 tonnellate di materiale riciclato.

Allo stesso tempo le attività di riciclaggio sono state estese a livello europeo con l’acquisizione da parte di VEKA di impianti aggiuntivi in Francia e in Regno Unito, in modo da poter coprire buona parte dell’Europa.

I Partner di Finestra Italiana, che utilizzano i profili a basso impatto ambientale di VEKA, in occasione della dodicesima edizione della Settimana Europea per la Riduzione del Rifiuti (SERR) dal 21 al 29 novembre 2020 chiedono a tutti i loro collaboratori e ai loro clienti di proseguire con questa virtuosa missione, svolgendo quante più azioni possibili per la salvaguardia del nostro pianeta, non solo nella Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti ma anche nella quotidianità.

Ma cos’è la SERR? È un’iniziativa nata e promossa all’interno del programma LIFE+ della Commissione Europea, mirato alla protezione dell’ambiente inteso come habitat, specie e biodiversità, e alla salvaguardia della salute.

L’obiettivo di questa settimana è sensibilizzare le istituzioni, le aziende e i consumatori sulle strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti delineate dall’Unione Europea, che gli Stati membri sono chiamati a seguire. In questo contesto, anche per il riciclaggio dei profili PVC si potranno acquisire coordinate precise.

In che modo? Nell’arco di questa settimana – che si svolge solitamente a fine novembre – tutti gli attori coinvolti devono organizzare delle azioni concrete per ridurre i propri rifiuti e registrarle sul portale dedicato: enti pubblici, imprese, associazioni, scuole, singoli cittadini, tutti possono partecipare e fare la loro parte. Inoltre negli ultimi anni si è dimostrata fondamentale la diffusione della parola sul consumo sostenibile e sull’economia circolare da parte delle migliaia di volontari che con passione e tenacia partecipano al progetto.

Le azioni svolte nell’ambito della SERR riguardano le 3 R, che sono al vertice della gerarchia dei rifiuti:

  • riduzione – valutare se veramente l’acquisto che si sta per fare è necessario, oppure se è possibile riutilizzare qualcosa che abbiamo già o chiederla in prestito
  • riutilizzo – prediligere prodotti riutilizzabili invece di quelli monouso
  • riciclaggio – opzione migliore dello smaltimento indifferenziato, ma non abbastanza virtuoso, poiché a differenza dei primi due punti si generano dei rifiuti.

Il Comitato promotore nazionale per il nostro Paese è composto da CNI Unesco, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Utilitalia, Anci, Città Metropolitana di Torino, Legambiente, Regione Siciliana e AICA, e nel 2019 proprio l’Italia si è confermato lo Stato più virtuoso con circa 6.000 azioni, mentre in totale in tutta Europa sono state registrate oltre 12.800 azioni.

Ogni edizione si contraddistingue per un tema specifico, e nel 2020 è stato scelto quello dei Rifiuti Invisibili, vale a dire tutti quei rifiuti che vengono generati durante la produzione e che non vengono mai considerati, per esempio la produzione di uno smartphone di poco meno di 200 g genera ben 86 Kg di rifiuti. Il riciclaggio dei profili PVC non è esente da discorsi e problematiche di questo tipo, perciò la spinta di Veka e Finestra Italiana risulta fondamentale per comporre una visione efficiente totale.

a cura di Manuel Caldarese

production mode