Economia

Serramenti a Ecobonus. I nuovi valori della trasmittanza termica degli infissi

Qualche limatura ma anche cospicue riduzioni dei valori di trasmittanza termica degli infissi a detrazione fiscale sia per l’ecobonus 50% che per l’ecobonus 110% nella bozza di decreto ministeriale in circolazione

Per i serramenti a ecobonus produttori e rivenditori dovranno molto presto prevedere dei nuovi valori, al ribasso, di trasmittanza termica, ossia la caratteristica che misura la dispersione dei componenti finestrati del calore dall’interno verso l’esterno (avviso per i non esperti che leggessero questo post, più bassa è la trasmittanza termica, maggiore è il risparmio energetico, NdA). Questa riduzione, che avevamo preannunciato qualche settimana fa a in relazione alle novità previste per l’ecobonus 110%, è contemplata da un decreto, attualmente in bozza, del Ministero dello Sviluppo economico cofirmato dai Ministeri dell’Economia e Finanze, dell’Ambiente e delle Infrastrutture e Trasporti che verrà presto pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Certamente non prima dell’approvazione definitiva del Decreto Rilancio, che dovrà avvenire questa settimana, entro sabato 18 luglio, e della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Chicca finale del decreto: “Le disposizioni di cui al presente decreto, entrano in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana”. Scarica qui la bozza del decreto.

La bozza attualmente circolante del decreto ministeriale è lunga 51 pagine, comprendente 12 pagine di testo di decreto che fanno riferimento a tutta legislazione energetica, e alle agevolazioni fiscali, ecobonus 110% compreso) più 39 pagine di Allegati dalla lettera A alla I. Tra gli allegati più significativi, l’allegato E (Requisiti degli interventi di isolamento termico per l’accesso alle detrazioni, quindi anche i serramenti a ecobonus) e l’allegato I (Massimali specifici di costo per gli interventi sottoposti a dichiarazione del fornitore o dell’installatore) dove sono indicati i prezzi massimi dei serramenti a ecobonus. Per i prezzi massimi dei serramenti a ecobonus clicca qui.

Serramenti a Ecobonus. I nuovi valori della trasmittanza termica degli infissi

Nuove Trasmittanze serramenti a ecobonusL’allegato E consiste della sola Tabella 1 – Valori di trasmittanza massima consentiti per l’accesso alle detrazioni. Essa contempla quattro tipologie di intervento:
-strutture opache orizzontali: isolamento coperture;
-strutture opache orizzontali: isolamento pavimenti;
-strutture opache verticali: isolamento pareti perimetrali;
-sostituzione di finestre comprensive di infissi (calcolo secondo le norme UNI EN ISO 10077-1).

Attuali trasmittanze termiche per l’ecobonus

I valori limite di trasmittanza termica dei serramenti a ecobonus sono suddivisi per le zone climatiche dalla A alla F, da un massimo di 2.6 0 W/m2K a un minimo di 1.0 W/m2K, come da tabella pubblicata qui accanto.

La Tabella 1 dell’Allegato I della bozza di decreto interministeriale va raffrontata spontaneamente con quella dell’ormai obsoleto decreto Bersani del maro 2010 e con quella del DM 26 giugno 2015 (Decreto Requisiti Minimi) che riporta i valori di legge della trasmittanza termica degli infissi in caso di riqualificazione.

Vi è una consistente discesa per i valori limite di trasmittanza per i serramenti a ecobonus nella zona climatica E (26 milioni di persone, il maggior mercato) da 1,8 a 1,3 W/m2 e nella zona F (1,2 milioni di abitanti) da 1,6 a 1,0 W/2K. Nulla di particolarmente scioccante per chi opera in Lombardia, Emilia Romagna, province di Trento e Bolzano che è abituato da tempo a valori più bassi di quelli dell’ecobonus. Scendono da 3,7 a 2,6 W/m2K nella zona climatica A (poche decine di migliaia di abitanti).

Trasmittanze Requisiti minimi Riqualificazione ex DM 26 giugno 2015

Incredibilmente (e illogicamente) risalgono per la zona B da 2,4 a 2,6 W/m2. Il serramento e il vetro hanno fatto progressi incredibili in 10 anni e la bozza non sembra tener conto. Come non tiene conto del fatto che la zona climatica B è una zona in cui i serramenti a bassa trasmittanza termica sono utili anche d’estate per tenere al fresco le abitazioni molte delle quali sono condizionate. Evidentemente l’aspetto estivo non è stato tenuto in debito conto.
Nessuna sorpresa per le zone climatiche C e D dove i valori limite si abbassano rispettivamente a 1,75 e 1,67 W/m2.

Spontaneo è pure il raffronto con i valori di legge per la riqualificazione dei serramenti contenuta nella Tabella del DM 26 giugno 2015 che qui rappresentiamo a lato.

La chicca definitiva è per i serramenti a ecobonus in zona climatica F che dovranno godere degli stessi valori limite di legge ex DM 26 giugno 2015 in vigore dal 1° gennaio 2021 (fra 5 mesi, quindi). Ma l’ecobonus non doveva premiare chi è più virtuoso della legge? Gli abitanti di Cervinia, di Bormio o del Brennero ringraziano.

a cura di Ennio Braicovich

production mode