Come si installa

Codice al Consumo: che cosa impone al serramentista?

Quarta parte della serie “La posa in opera dei serramenti e la legge” del normatore Samuele Broglio. In essa si affrontano gli obblighi che la legislazione posta a protezione dei consumatori parrebbe porre al serramentista. In particolare, il quesito esaminato è: il Codice al Consumo obbliga l'installatore a garantire che le prestazioni del prodotto in opera siano invariate rispetto alle dichiarazioni prestazionali?

“…il Codice al Consumo (che è una Legge di Stato cogente) parrebbe obbligare il serramentista che produce, vende e posa a garantire in opera le prestazioni dichiarate nella Marcatura CE…” Questa è l’affermazione dell’esperto Piero Mariotto contenuta nell’articolo “Giunti di posa serramenti ex UNI 11673_1: chi li progetta?” pubblicato il 3 agosto scorso da Guidafinestra. Questa opinione abbastanza diffusa viene analizzata dal normatore Samuele Broglio in questa quarta parte della serie “La posa in opera dei serramenti e la legge”.

Andando a ritroso, la terza parte della serie “La posa in opera dei serramenti e la legge” ha indagato sulla obbligatorietà della redazione del manuale per il produttore di serramenti. La seconda parte ha affrontato il problema di chi deve eseguire il progetto di posa.

Nella prima parte della serie Samuele Broglio, normatore italiano ed europeo, responsabile di Confartigianato per la normativa del settore serramenti, perito di tribunale, nonché falegname, serramentista e progettista di sistemi per infissi, aveva tratteggiato il quadro legislativo di fondo. (EB)


Il Codice al Consumo obbliga l’installatore a garantire che le prestazioni del prodotto in opera siano invariate rispetto alle dichiarazioni prestazionali?

Anche qui ci sarebbe molto da discutere per definire esattamente ciò che sia veramente richiesto dal Codice al Consumo. Comunque, in pratica, molto dipende dalla prestazione. Il Codice al Consumo esprime un concetto decisamente generico che però dovrà essere contestualizzato.  Oltre che in base alle prescrizioni di cui alle altre leggi (e qui spero si apra un dibattito), il concetto va rapportato anche a ogni singolo prodotto onde evitare che un’applicazione talebana di tale concetto renda invendibile e non installabile il suddetto prodotto.

Qualche esempio

Mi spiego meglio “splittando” alcune tra le possibili caratteristiche prestazionali:

-tenuta all’acqua, resistenza al carico del vento, permeabilità all’aria → la cosa ci sta ed è anche fattibile, in quanto il giunto di posa (che è chiuso) può e deve evitare che:

1) passi aria

2) passi acqua e soprattutto

3) il serramento ceda sotto carico del vento.

In questi casi il giunto di posa (che è fisso) dovrebbe avere prestazioni superiori al serramento (che è apribile) e quindi non dovrebbe peggiorare in maniera significativa la prestazione dell’oggetto.

Focus su acustica e trasmittanza termica

-acustica → la cosa ci starebbe pure, ma la precisa quantificazione della prestazione acustica del serramento installato “separandolo” dal muro eseguito in opera (muro che ha una prestazione acustica non nota o almeno non esattamente conosciuta) pare francamente un po’complessa e di esito incerto

-trasmittanza termica → la cosa non ci sta e non è nemmeno fattibile in quanto il ponte termico esiste, non è eliminabile e quindi, se considerato assieme al serramento come una lettura talebana del Codice al Consumo farebbe pensare, è costretto a variare in peggio la prestazione del prodotto che, per obbligo europeo ineludibile, deve essere dichiarata “all’uscita della ditta” e quindi al netto di tale ponte.

E la trasmittanza termica?

Ora in materia di trasmittanza termica:

Ora in materia di trasmittanza termica ci troviamo secondo me di fronte a tre possibili opzioni:

– il Codice al consumo non obbliga a far sì che l’insieme “serramento più giunto di posa”  presenti una prestazione almeno pari rispetto a quella dichiarata in Marcatura CE. Esso si limita a richiedere che l’installazione non peggiori le prestazioni del serramento visto come componente separato dal suo giunto di posa (quindi non lo danneggi come oggetto), cosa questa a mio avviso logica e fattibile;

– oppure il Codice al Consumo si riferisce a tutte le altre prestazioni ma tralascia la trasmittanza termica, cosa questa però un po’difficile da sostenere in quanto non presente esplicitamente nella legislazione nazionale;

oppure in pratica il Codice al Consumo vieta l’installazione dei serramenti in quanto il fatto che li si posi in opera viola di default le prescrizioni del Codice, in quanto non esiste un metodo di posa che garantisca un “ponte termico zero” e quindi, fino a quando non saremo riusciti a modificare le leggi della fisica, si potranno sì vendere serramenti ma non installarli in quanto il solo atto della posa peggiora le prestazioni del prodotto.

Con un pizzico di buon senso

Onestamente più che fare tre opzioni nulla si può fare dato che la 206 è in realtà una specie di “libro dei sogni” nella quale si è messa tanta filosofia ma poche declinazioni pratiche, cosa che accade spesso quando si vuole regolare urbi et orbi in un unico testo.

In realtà nella pratica stiamo usando l’ “Opzione 2” e pretendiamo che solo alcune prestazioni del serramento siano rispettate comprensive del giunto di posa (aria, acqua e vento) mentre di altre ce ne fottiamo alla grande (vedi termica) anche per il fatto che è dura contestarle.

Si direbbe “solite cose all’Italiana” ma in realtà siamo ormai da anni nelle “cose all’Europea” dove si fanno mari di carta, enormi enunciazioni di principio per poi non ottenere nessun miglioramento né per le aziende, né per i cittadini né per il mercato.

Samuele Broglio, Confartigianato Imprese

(continua)

Qui il piano della serie “La posa in opera dei serramenti e la legge”:

1-Introduzione: la posa dei serramenti e leggi europee e italiane

2-Il progetto di posa;

3-Il manuale di posa: il serramentista deve predisporlo?

4-Il Codice al Consumo

5-Il giunto di posa

6-Obblighi del Serramentista

PS: Il Codice al Consumo aggiornato è rinvenibile qui nel sito Normattiva

a cura di EB

a cura di EB

production mode